CARRARA. “Visitando la fiera si capisce come le performances del territorio toscano siano superiori a quelle di altri distretti ma è anche evidente che, con questa capacità, che è legata strettamente anche alla presenza delle aziende che realizzano macchine facendo ricerca e innovazione, il settore garantisce stabilità occupazionale e performances importanti nell’export”. L’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli che ha inaugurato CarraraMarmotec 2014 (21-24 maggio) alla presenza di autorità, rappresentanti delle associazioni e del mondo imprenditoriale, ha riassunto così le sue impressioni e le posizioni della Regione Toscana verso un settore importante nel panorama produttivo non solo locale. “ È un’attività che. Come poche, mette in campo tradizione, cultura e capacità imprenditoriali di assoluto livello che devono operare in un quadro legislativo definito che offra certezze. La Regione – ha proseguito Ceccarelli portando i saluti del Presidente Rossi e illustrando le posizioni dell’Amministrazione – ha consapevolezza dei problemi e sta lavorando ad una revisione della legislazione da discutere anche con il mondo imprenditoriale, per sostenere una filiera che deve essere di aiuto a tutte le aziende creando i presupposti per superare nodi come quello dei Beni Estimati, cercando il dialogo e il confronto per dare vita ad un quadro giuridico moderno e in sintonia con l’Europa, mirato alla valorizzazione dell’intera filiera che va dall’estrazione al finito senza dimenticare l’area delle tecnologie che rappresentano una vera eccellenza del nostro paese.”

CarraraMarmotec si presenta con 220 espositori diretti su una superficie di trentamila metri e una valenza internazionale è ribadita dalla partecipazione di 35 espositori esteri che provengono da Cina, Egitto, Francia, Germania, Grecia, India, Iran, Polonia, Portogallo e Turchia, paesi protagonisti sui mercati internazionali che colgono l’occasione per presentarsi nell’area che vanta una forte specializzazione nel settore del marmo e delle tecnologie .

Ceccarelli, dopo aver tagliato il nastro inaugurale, accompagnato dal Vice sindaco di Carrara, Andrea Vannucci, dal presidente di CarraraFiere, Fabio Felici assieme al direttore Paris Mazzanti oltre che dai presentanti delle Associazioni e da tanti operatori, aveva visitato a lungo la fiera soffermandosi a lungo negli stand con una sosta prolungata nell’area allestita dalle aziende della regione cinese di Yunfu dove ha fatto gli onori di casa il vice sindaco Haiyun HU.

Lunga sosta anche nell’area allestita dalla Camera di Commercio di Carrara dove il presidente Dino Sodini ha presentato l’iniziativa che ha consentito la partecipazione di un gruppo selezionatissimo di aziende locali.

Al termine del percorso, che ha portato il corteo fra splendidi marmi e tecnologie di ultimissima generazione promosse dalle aziende anche grazie all’Innovation corner, il presidente Felici ha espresso la sua soddisfazione “perchè possiamo proporre una fiera partecipata con presenze di assoluto livello. È un evento unico anche per il contesto territoriale in cui svolge che vedrà, in questi giorni di fiera, incontri fra tante delegazioni straniere e operatori con un programma di eventi tecnici e culturali che offrono l’immagine di un settore che non ha solo storia e tradizione ma anche capacità di investire e di guardare al futuro. Naturalmente – ha concluso Felici – il migliori auguri di buon lavoro vanno ai nostri espositori”.

La parola è passata al vice sindaco di Carrara, Andrea Vannucci, “ che si è detto lieto del successo perché il territorio ospita una manifestazione di riferimento per il settore. Qui abbiamo davvero il meglio dei marmi e delle tecnologie – ha proseguito Vannucci – che devono essere il presupposto e lo strumento per affrontare i mercati un uno scenario in profonda evoluzione nel quale Carrara resta un punto di riferimento mondiale non solo per la storia ma anche per il presente”.

Come è tradizione consolidata per CarraraMarmotec le giornate di fiera sono caratterizzate dallo svolgimento di un programma di eventi di grande livello.

La giornata di giovedì 22 è particolarmente ricca di appuntamenti di carattere tecnico e culturale.

Si inizia alle 9.30 nella sala Michelangelo con il convegno “Dare valore al nostro lavoro” curato da ANEPLA, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, FENEAL UIL, FILCA CISL, FILLEA CGIL . Imprenditori e sindacati presentano il manifesto Comune del Comitato Paritetico Nazionale Lapidei per affrontare tutti assieme i problemi del comparto con un Manifesto comune programmatico per il settore marmifero-estrattivo messo a punto dalle organizzazioni nazionali dei datori di lavoro e dalle rappresentanze sindacali. La composizione dell’organismo, che è presieduto da Giancarlo Tonini (in rappresentanza di Confindustria Marmomacchine) con vice presidente Moulay El Akkioui (Segretario Nazionale di Fillea-Cgil) è il presupposto per l’individuazione di temi condivisi da sviluppare e sostenere con il contributo di tutte le componenti del comparto vuole sottolineare la centralità del lavoro nella sua accezione più ampia.

Alle 10.30, nella Sala Marmoteca, inizia il convegno “La sicurezza dal progetto alla gestione” per affrontare al meglio le sfide di carattere commerciale e migliorare la capacità di trasformare dando valore al prodotto finale considerando che è necessario poter basare la competitività oltre che sulla qualità del prodotto anche sulla sicurezza dei luoghi di trasformazione e nelle cave con un approccio moderno a problemi che richiedono impegno e attenzione continua.

CarraraMarmotec è la vetrina ideale per ospitare un evento di altissimo livello che affronterà i temi dell’attività estrattiva e la sicurezza: quadro normativo e buone pratiche. È organizzato dall’Associazione Nazionale Ingegneri Minerari, con IMM Carrara, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Massa- Carrara e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico oltre che della Regione Toscana. Sono previste due sessioni e offrirà agli ingegneri che interverranno la possibilità di ricevere 3 crediti formativi per l’aggiornamento professionale.

Nel pomeriggio, dalle 16.30 nella sala del centro Servizi la presentazione di una nuova applicazione:” Le cave di marmo di Carrara su tablet e smartphone” .

L’applicazione, che può essere scaricata su tablet e smartphone, è dedicata alla tecnologia, alla storia e alla cultura dell’escavazione del marmo di Carrara ed è concepita come punto di incontro tra l’aspetto produttivo dell’attività estrattiva e la fruizione turistica del territorio. È una guida audio/video lungo un itinerario che tocca i principali punti del territorio di Carrara coinvolti a diverso titolo nella produzione marmifera proponendo non solo cave e attività produttive ma anche l’intera cultura del marmo in tutte le sue declinazioni.

Concluderà la giornata (ore 17, sala Centro Direzionale), la presentazione del documentario Il marmo bianco curato dall’Associazione Culturale Apuania Art Academy che propone un viaggio attraverso l’evoluzione storica delle tecniche di estrazione e delle lavorazioni, valorizzando il paesaggio delle cave, i laboratori e la città di Carrara.

 

(Visitato 367 volte, 1 visite oggi)
TAG:
carrara marmo marmotec

ultimo aggiornamento: 21-05-2014


Nicola Lattanzi nuovo presidente di Gaia Spa. La vicepresidenza va a Claudia Ladanna

Pietrasanta in Europa. Lodovico Gierut cura una grande mostra a Bruxelles