PIETRASANTA. Un po’ di Messico è arrivato a Pietrasanta grazie al monumentale progetto espositivo dello scultore messicano Gustavo Aceves destinato a far tappa nei cinque continenti. Il percorso espositivo, dal titolo LAPIDARIUM, si è chiuso lunedì e da questa mattin martedì 3 giugno è già iniziato il disallestimento. “Ogni volta che chiude una mostra – afferma il sindaco Domenico Lombardi – è come se partisse un caro amico. Più che mai questa volta in cui la città è stata letteralmente invasa dallo spirito artistico di Gustavo Aceves. Il suo work in progress ha stregato il pubblico, registrando poco meno di ventimila visitatori, esattamente 18.433 (il dato si riferisce ai visitatori del complesso di S. Agostino e non tiene conto di Piazza del Duomo e della performance al pontile) e ha unito in un suggestivo dialogo artistico il centro storico e Marina di Pietrasanta. Un dialogo che ci piacerebbe mantenere anche con altre iniziative. Ringrazio il Maestro Aceves per averci fatto conoscere il suo talento e la sua grande famiglia di cui fanno parte sua moglie Gabriela Maldvido, la figlia Tessa, i suoi più stretto collaboratori, l’ambasciatore del Messico in Italia Miguel Ruíz-Cabañas Izquierdo, Francesco Buranelli, segretario della pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa, il regista José Botaya e il regista pluripremiato Alfonso Cuarón, suo storico amico. La mostra LAPIDARIUM intraprenderà un lungo cammino che la condurrà a Berlino, Venezia, Parigi, Pechino e Città del Messico. E’ la testimonianza che i linguaggi dell’arte riducono le distanze e accrescono il dialogo tra le culture”.

(Visitato 38 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Arte Cultura eventi gustavo aceves lapidarium pietrasanta

ultimo aggiornamento: 03-06-2014


Oltre 80 ragazzi per il torneo di scacchi: ecco i vincitori

Appuntamenti musicali a Massarosa