No al cappuccino dopo pranzo e più sorrisi. Uno spot per aiutare i turisti russi nel bon-ton - Arte, Cronaca, Cultura, Eventi, Life Style Versiliatoday.it

No al cappuccino dopo pranzo e più sorrisi. Uno spot per aiutare i turisti russi nel bon-ton

FORTE DEI MARMI. Non badano a spese, lasciano laute mance, ma non ringraziano e non sorridono, sono rozzi e lontani anche dalla più elementari regole del galateo: e’ lunga la lista delle critiche che gli italiani riservano ai russi in vacanza in Versilia. “Prima mi sentivo a casa mia, ora non più ripetono le signore che, con nostalgia, ricordano gli stabilimenti balneari e i negozi del Forte che fu.

“Spesso un atteggiamento culturale, un’usanza diversa vengono interpretati come arroganza, ma non è così”, sostiene Salvatore Madonna, imprenditore leader nel settore alberghiero in Toscana che, con l’agenzia di comunicazione Klaus Davi, ha pensato bene di correre ai ripari preparando un video spot per aiutare i russi ad avvicinarsi alle regole del ‘bon ton’. Madonna, ad del gruppo Soft Living Places di cui fa parte il lussuoso hotel Byron di Forte dei Marmi, ha vestito i panni dell’attore al fianco della top model russa, Ljudmila Radcenko, che conosce bene l’Italia e l’italiano. Insieme propongono un originale decalogo ad uso e consumo di chi da Mosca arriva in Versilia per abitare in ville di lusso, frequentare boutique alla moda o costosi ristoranti.

“Per favore sorridete di più, se una pietanza o un servizio vi e’ piaciuto, mostrate soddisfazione ringraziando e dicendolo, non solo lasciando laute mance”, e’ uno dei consigli. “E’ mortificante – spiega Madonna – per chi dedica tanto tempo alla preparazione dei piatti e alla loro presentazione pretendere che tutto sia servito contemporaneamente come richiesto da molti russi. Con un pesce bollito, non si può bere un Solaia e per favore stop al cappuccino dopo pranzo”. “Per carità non vogliamo insegnare niente a nessuno, ma solo dare dei consigli per consentire una migliore integrazione”, aggiunge il manager.

Lo spot, girato a Forte dei Marmi, verrà diffuso sui network televisivi russi e sui social network anche nella speranza che, oltre ad insegnare il ‘bon ton’, le calde immagini della Versilia inducano altri turisti a scegliere le località della costa toscana per le loro vacanze. La stretta sui visti, dopo la crisi ucraina, comincia a farsi sentire con un calo di prenotazioni già verificatosi in aprile, nel periodo della Pasqua ortodossa. Negli ultimi anni tuttavia il turismo russo ha visto in Toscana un incremento costante: Montecatini e Forte dei Marmi le mete predilette dagli oligarchi russi con la passione per ville e grand-hotel. (ANSA).

(Visitato 136 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 08-06-2014 13:45