CAMAIORE. E tre. Per ora. Anche se uno solo a tempo. Dopo gli ingressi, ufficializzati ieri, dal sindaco Del Dotto nel suo staff per i ruolo di addetto stampa e responsabile della comunicazione, spunta un altro incarico, sempre per ruoli legati alla comunicazione.

Questa volta si tratta del solo incarico per l’ufficio stampa e la comunicazione di una singola manifestazione: i tappeti di segatura e il Corpus Domini. A vincere l’incarico Demetrio Brandi. Si tratta, a quanto pare, di una decisione di cui neanche il sindaco Alessandro Del Dotto era a conoscenza, partita direttamente dall’ufficio cultura di Camaiore.  A maggio, tramite il servizio MEPA (come si evince dalla determina 671) il Comune di Camaiore propone il servizio a cinque società: base d’asta per svolgere il compito di ufficio stampa e comunicatore, 1.600 euro lordi. Le offerte vengono inviate non a ditte locali, o a professionisti locali, ma alla Robespierre di Siena, alla Tracce di Modena, alla Poleis Consulting di Modena, alla Fattoria Creativa di Modena e alla E.20 di Bergamo. Guarda caso nessuna risponde.

E così si passa ad affidamento diretto. L’ufficio chiede tre preventivi (che sembrano essere, perchè ormai in Comune nessuno si ricorda più nulla di questa vicenda accaduta neanche un mese fa, ad un comunicatore di Viareggio e ad una giornalista di Massa e a Brandi). E vince Brandi.

Per un ruolo quindi che da sempre è stato svolto dall’ufficio stampa del Comune, da quest’anno ci si affida all’esterno, spendendo 1.600 euro (la cifra la duduciamo dalla prima determina, perchè  l’altra determina, quella di affidamento, sul sito del Comune non si trova). Il tutto, ci spiega l’uffcio stampa del Comune, “nell’ottica di una complessiva rivitalizzazione della manifestazione Corpus Domini, che prevede anche un contributo maggiore alle associazioni rispetto agli anni passati”.

(Visitato 192 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore corpus domini demetrio brandi segatura tappeti

ultimo aggiornamento: 13-06-2014


Sangue, domani la giornata mondiale. Il 2014 è l’anno dell’accreditamento

Dipendenti comunali di Viareggio in stato di agitazione. Romanini: “Pazientate ancora”