CAMAIORE. Un’interrogazione su presunte “irregolarità nella gestione e nella aggiudicazione della gara per l’affidamento della consulenza del lavoro, la elaborazione dei cedolini paga ed altro” relativi all’Azienda Speciale Pluriservizi: a presentarla è Riccardo Bonuccelli del gruppo misto dei Popolari Democratici Cristiani e del Nuovo Centro Destra.

Questo il testo completo dell’interrogazione, alla quale Bonuccelli richiede risposta scritta:

 

Signor Presidente, Signor Sindaco,

PREMESSO

–          che in data 15 Giugno u.s. sulla stampa locale, per l’occasione dell’Assemblea per  l’approvazione del Bilancio 2013, il  rinnovo del C.D.A. e del Collegio dei Revisori dell’Azienda Pluriservizi, si riportava una nota ove un professionista della zona avrebbe inviato una missiva al Comune evidenziando irregolarità nella gestione e nella aggiudicazione della gara per l’affidamento della consulenza del lavoro, la elaborazione dei cedolini paga ed altro e che tali consulenze sarebbero state affidate e quindi espletate da una società commerciale e non ad una Società tra Professioni (STP) o Associazione di Professionisti;

–          che la consulenza del lavoro è materia riservata ai professionisti iscritti all’Ordine dei Consulenti del Lavoro di cui alla Legge 12/1979 ovvero, a determinate condizioni, agli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ed agli Avvocati;

–          che la consulenza in ordine alla rappresentanza tributaria, giudizi in merito ai bilanci di imprese, le valutazioni di azienda, la predisposizione di dichiarazioni fiscali complesse, visti di conformità, ecc. ecc. così come dettato dalla sentenza di Cassazione n. 11545/2012, è materia riservata agli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di cui al D.Lgs. 139/2005;

–          che le attività affidate dalla Azienda Pluriservizi tramite la procedura di “acquisizione in economia” sembrerebbero rientrare nelle riserve professionali di cui sopra;

–          che non sono ben chiare le parole del Sindaco quando afferma che trattasi di un “delicato problema di opportunità” circa la composizione della Commissione aggiudicatrice del bando;

CHIEDO

di conoscere e di avere per iscritto quanto segue:

1)      se il Sindaco era stato informato, dai vertici dell’Azienda, di quanto denunciato dal professionista;

2)      di avere copia della denuncia del professionista;

3)      se il Presidente del Consiglio Comunale ed il Sindaco si rendono disponibili nel proporre al Consiglio Comunale di affidare alla VI Commissione Consiliare di verificare tutto l’iter  procedurale di affidamento dei servizi di cui in premessa per poi riferire alla massima Assemblea Cittadina, mentre resta sottinteso che, in caso contrario, il nostro Gruppo Consiliare chiederà, in proprio, ogni documento utile e necessario atto a far chiarezza su quanto denunciato, ovvero l’esercizio abusivo della professione di Consulente del Lavoro, di Dottore Commercialista e di Avvocato da parte della società Centro Studi Enti Locali e la mancanza di trasparenza da parte della Commissione dell’Azienda Pluriservizi di Camaiore s.p.a..

 

In attesa di risposta, ringrazio e ossequio.

(Visitato 69 volte, 1 visite oggi)
TAG:
asp camaiore interrogazione riccardo bonuccelli

ultimo aggiornamento: 19-06-2014


Assemblea a Lido di Toscana Stato

Inquinamento al Lago di Porta, bocciata la mozione FdI