VIAREGGIO. “In occasione del Consiglio Comunale aperto dedicato alla memoria della tragedia del 29 giugno, non nascondo la profonda commozione che mi ha preso durante gli interventi dei familiari di quelle vittime innocenti. In particolare l’intervento di Marco Piagentini è stato,nella sua crudezza, particolarmente toccante”.

Lo scrive Antonio Cima, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale.

“Quando poi ha citato la delibera della giunta comunale che autorizzava la manifestazione del gelato in piazza Mazzini proprio il 29 giugno p.v., giorno della drammatica ricorrenza, ed ha citato uno per uno gli amministratori che l’hanno approvata mi è venuta in mente l’ipocrisia di certe persone che sembra veramente che non sappiano che in quel giorno Viareggio è stata colpita al cuore e che questa ferita non potrà mai essere rimarginata e dimenticata. Le successive dichiarazioni dell’assessore Strambi sono state poi di una mancanza di rispetto e di una carica offensiva per i poveri morti ed i loro familiari che non possono essere giustificate in alcun modo. Un Sindaco come si deve non può a questo punto che fare due cose e cioè trovare immediatamente un’altra data per la manifestazione che sia più rispettosa per la città e per ciò che è avvenuto 5 anni or sono e ritirare la fiducia ad un assessore così improvvido e privo di senso di umanità, Mi auguro che Leonardo Betti abbia uno scatto di orgoglio personale ed amministrativo e prenda queste dovute misure. Me lo aspetto sinceramente ed in quel caso sarò con Lui”.

 

(Visitato 299 volte, 1 visite oggi)

500mila euro di investimenti per il Principe di Piemonte

Porto di Viareggio: la Prefettura vara il Piano Colombo