PIETRASANTA. “Ci sono persone che camminano sulle spalle dei giganti, perché da lì si riesce a guardare lontano”. Con queste parole la presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti ha descritto le personalità di Rolando Cecchi Pandolfini e Gaetano Pasquinucci in occasione della partecipata cerimonia di scoprimento della lapide a loro dedicata che si è svolta questa mattina alla Versiliana.
La targa alla memoria di Cecchi Pandolfini e Gaetano Pasquinucci, posta all’ingresso del parco della Versiliana è stata scoperta dal Sindaco Domenico Lombardi e dalla presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti che hanno voluto dar vita a questa iniziativa insieme all’Associazione Culturale Rolando Cecchi Pandolfini. “Non solo un atto dovuto, ma un gesto colmo di riconoscenza e gratitudine – ha commentato il Sindaco – verso chi si è adoperato e battuto con forza per restituire alla comunità di Pietrasanta un patrimonio prezioso come la Versiliana. La targa ricorderà ad ogni visitatore che varcherà l’ingresso del parco, la lungimiranza e il merito di due uomini, che si sono impegnati per rendere pubblico il parco e la villa della Versiliana salvandoli dalla speculazione edilizia e restituendolo non solo alla cittadinanza di Pietrasanta, ma alla Versilia intera. Due uomini stimati, di alto valore morale, lealtà e coerenza, ma soprattutto capaci di pensare in grande per il bene della propria terra”.
Alla cerimonia sono intervenuti anche Giuliano Rebechi, presidente dell’associazione culturale Rolando Cecchi Pandolfini, Marco Marcucci ex presidente della regione Toscana ed ex sindaco di Viareggio, che ha tracciato un profilo di Cecchi Pandolfini e Manrico Nicolai, uno dei protagonisti della fase politica che portò all’acquisto della Versiliana da parte del Comune di Pietrasanta e che diede vita alla storia della Versiliana e del suo Festival, oggi direttore generale dell’omonima fondazione.
La cerimonia ha visto anche la partecipazione commossa dei familiari di Cecchi Pandolfini e Gaetano Pasquinucci, oltre a quella del Sindaco di Seravezza Ettore Neri e del consigliere David Zappelli in rappresentanza del Comune di Viareggio. La lapide, in marmo bianco delle Apuane è stata realizzata e donata dalla ditta di scultura “Bertozzi & Frediani” di Pietrasanta.

(Visitato 399 volte, 1 visite oggi)

“Tutto esaurito” in Capannina per il compleanno di Jerry Calà

Viabilità per l’evento Mercedes a Focette