CAMAIORE. Dimissioni, stamani, dell’assessore all’ambiente Davide Dalle Mura. Il rimpasto di giunta dell’amministrazione guidata dal sindaco Alessandro Del Dotto prevede anche altre modifiche nelle deleghe, e l’ingresso di Alberto Susini.

“Le dimissioni di Dalle Mura – ha spiegato il sindaco – non sono in contrasto o polemica con nessuno. Si tratta di una desione sofferta e personale di Davide, che in parte si intreccia con i travagli del suo partito, l’Idv. Di sicuro non lascerò che Dalle Mura abbandoni il suo impegno nell’amministrazione”. Per lui quindi un ruolo in una partecipate, o nello stesso staff del sindaco, che sarà definito nelle prossime settimane”.

Si dimette, stamani, anche Daniele Spelta per la delega alle politiche giovanili (è stato infatti di recente eletto segretario del circolo Pd di Camaiore)

Tra gli assessori mantengono le loro deleghe intatte sia Andrea Carrara (sociale, polizia municipale, casa, a cui si aggiunge le delega sulla Sicurezza) e Carlo Alberto Carrai (per lui confermati sviluppo, turismo , protezione civile, commercio). A Sandra Galeotti si affianca la delega alla pubblica istruzione a quella delle politiche giovanili. Olga Rita Rova, oltre a Demanio, Patrimonio Pubblico, prende anche le deleghe al personale (prima del sindaco) e dell’innovazione tecnologica (prima a Dalle Mura)

Novità per le deleghe di Marcello Pierucci. Resta vicesindaco, ma lascia il bilancio. A Lui invece i lavori pubblici (prima a Simone Leo), le  instrastrutture, le manutenzioni stradali, la segnaletica, l’ambiente e l’agricoltura.

Via i lavori pubblici a Simone Leo (“troppo oberato – ha spiegato il primo cittadino – dalle tre deleghe pesanti che aveva tenuto sulle spalle in questi mesi”. A Leo restano quindi la pianificazione, l’urbanistica, e l’edilizia. E a questo si aggiunge la pianificazione della sosta traffico, in vista risoluzione consensuale del project. Si occuperò anche di Partecipate.

foto Marco Pomella
foto Marco Pomella

La new entry è Alberto Susini, ex segretario Pd, braccio destro del presidente della Camera di Commercio di Pisa e. “Uomo di fiducia del sindaco, prima che espressione del Pd”, ha detto Del Dotto.  Si occuperà di  bilancio, ricerca delle risorse economiche.

“Io – ha spiegato il sindaco Del Dotto – mi sgravo di alcune deleghe. Preferisco coordinare  che partecipare. Sostanzialmente tengo per me 4 settori. Cultura e spettacolo, su cui investiremo a in piene mani, anche con interventi importanti. Gli investimenti strategici. Le politiche versiliesi e i settori a me più vicini, gli affari generali e gli affari legali.

(ultimo aggiornamento ore 13.24)

(Visitato 238 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore dalle mura del dotto giunta pd rimpasto susini

ultimo aggiornamento: 08-07-2014


“Sul molo una spiaggia attrezzata all’insaputa dell’assessore al demanio”

Pietrasanta, le imprese incontrano l’amministrazione