PIETRASANTA. Si terrà domani – giovedì 10 luglio alle 16 – nella sede dell’Associazione Industriali, a Pietrasanta, il secondo dei tre incontri informativi programmati sul territorio sulle potenzialità e l’importanza della rete in fibra ottica installata dall’amministrazione provinciale di Lucca e da Telecom Italia e dedicata alle imprese dei distretti lapideo e cartario. L’iniziativa è varata da Lucense, Provincia di Lucca e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

L’incontro ha uno scopo informativo sulla banda ultralarga e sui servizi ICT evoluti. Saranno fornite informazioni precise sulle caratteristiche, sui costi e sui contributi disponibili per le PMI relativi alla Rete evoluta a Larga Banda. L’intento è anche quello di sensibilizzare le imprese sulla valenza strategica e sulle opportunità offerte dai servizi di Cloud Computing, nonché a raccogliere gli interessi delle imprese stesse sui servizi Ict maggiormente legati al proprio business.

La Provincia di Lucca, insieme a Telecom Italia, ha realizzato la rete in fibra ottica in favore delle imprese dei distretti cartario e lapideo concretizzando un investimento di ben 13,3 milioni di euro reso possibile grazie ai contributi della Regione Toscana e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

L’amministrazione provinciale di Lucca è stata uno dei primi enti in Toscana, ma anche in Italia, ad avviare un progetto innovativo di tale portata che ha ottenuto, tra l’altro, il via libera dell’Unione Europea. E il modello seguito, quello del partenariato pubblico-privato, costituisce ormai un modello di riferimento a livello nazionale nel settore della banda larga. Oltre 80 km di cavidotti stesi su 11 Comuni della provincia (Capannori, Porcari, Altopascio, Borgo a Mozzano, Bagni di Lucca, Barga, Castelnuovo Garfagnana, Gallicano, Villa Basilica, Pietrasanta e Seravezza), hanno consentito di potenziare 22 centrali Telecom sul territorio e di raggiungere (potenzialmente) circa 1100 imprese.

La Rete evoluta a Larga Banda consente collegamenti a internet fino a 100 Mbps sia in download che in upload, permette anche di abilitare i servizi più avanzati: dalla videocomunicazione, al backup remoto, al cloud computing, con i livelli prestazionali più evoluti oggi disponibili. Si tratta di un’infrastruttura importante e di una risorsa strategica per la competitività delle imprese e per lo sviluppo economico del territorio. I canoni di accesso alla rete sono sostenibili anche dalle PMI e saranno inoltre disponibili contributi pubblici all’attivazione del servizio.

(Visitato 57 volte, 1 visite oggi)
TAG:
banda larga fibra ottica marmo pietrasanta Provincia di Lucca

ultimo aggiornamento: 09-07-2014


Centrali 118, via alla riorganizzazione: Viareggio ingloberà Lucca e Massa-Carrara

“Troppi operai a tempo determinato”: sciopero dei lavoratori dell’Ersu per il 12 luglio