CAMAIORE. Per ora si tratta solo di un progetto. Ma di un progetto che sta già prendendo concretezza. Presto infatti uno dei più gustosi (e longevi) gelati della Versilia potrebbe sbarcare in Sud America, in Nicaragua per l’esattezza. Si tratta dei prodotti della Gelateria Olimpia, azienda con oltre 50 anni di esperienza nel settore, che ora si affaccia a nuovi mercati.

L’idea è nata da alcuni imprenditori della Versilia e dell’area fiorentina, interessati ad aprire una gelateria nei dintorni di Managua, in Nicaragua. Qui entra in gioco il console onorario fiorentino in Nicaragua, l’ex braccio destro dell’ex sindaco di Viareggio Marco Marcucci, Moreno Gabrielli, che vive e lavora in Nicaragua, ma continua ad avere un occhio di riguardo per la sua Versilia (è originario di Stiava, a Massarosa: sua la mano anche dietro l’accordo tra il Carnevale di Viareggio e il Nicaragua).  Lui mette in contatto, anche tramite il nuovo presidente del Consorzio Le Bocchette Piero Vecchio, gli imprenditori con la Gelateria Olimpia. “Mi hanno contattato come consulente di questo progetto”, spiega il titolare dell’azienda, Ezio Pansieri.

L’idea è quella di puntare su prodotti, e gusti, di gelateria che mancano sui mercati nicaraguensi. Gelato in bicchiere, una delle specialità della Olimpia, ma anche sorbetti. Il progetto prevede di caricare il prodotto, semi-finito, su grandi container iper-refrigerati, per poterlo inviare in Nicaragua. “Si tratterà – spiega il titolare della Olimpia – di calibrare il prodotto sul gusto del mercato del Nicaragua”.

foto http://www.gelatiolimpia.com/
foto http://www.gelatiolimpia.com/

Si tratterebbe, per la ‘piccola’ gelateria che dà lavoro a circa 15 persone, di una grande opportunità di espansione commerciale. L’azienda, in Versilia, è presente in due punti. A Lido, accanto al pontile, con una gelateria aperta a tutti. E a Capezzano Pianore, nella zona delle Bocchette, con la ditta produttrice che rifornisce di gelato tanti bar, ristoranti e hotel di mezza Toscana. È aperta dal lontano 1978. “Ma in realtà – spiega Ezio Pansieri – la mia esperienza nel  settore è molto più vasta. La mia famiglia è originaria di Bergamo, e venivamo in vacanza in Versilia. Poi, dopo dieci anni, decidemmo di trasferire tutto, casa e azienda, qui in Toscana”.

Ora questa nuova avventura, che ci auguriamo vada in porto.

(Visitato 182 volte, 1 visite oggi)

Importante donazione per Pediatria e Neonatologia al Versilia

La foto del giorno