LUCCA. Motori, sfide, adrenalina ma anche promozione del territorio. Ecco le “portate” sulla tavola della 12 ore del Ciocco, in programma per questo fine settimana nella mediavalle, il rally tornato nel calendario nazionale dopo due anni di pausa e ricollocato nel periodo di mezza estate, il 23 e 24 agosto, con l’organizzazione di Organization Sport Events.

La gara torna con un’importante novità, quella dell’essere passata da un Rally Ronde (una prova speciale da ripetere quattro volte) alla formula del “Rally-Day” (due prove speciali da correre re volte ciascuna), soluzione ottimale per il contenimento dei costi sia da parte di chi corre che di chi organizza, potendo comunque contare su un alto profilo agonistico. Torna anche con un interessante plateau di adesioni, che ha toccato i 75 equipaggi, segno che le gare al Ciocco e dintorni hanno sempre il loro fascino.

Con la validità ufficiale dell’Open Rally Toscano, inserita nel contesto del Trofeo “Mickey Mouse”, riservato alle gare appunto con tipologia “Rally Day” (del quale sarà la quarta prova delle sei in calendario), oltre che per il Trofeo ACI Lucca, la 12 Ore del Ciocco propone quindi tutti gli argomenti giusti per avere una domenica di grande sport, proseguendo la forte tradizione del rallismo lucchese. Favorito per il successo è il locale Egisto Vanni, al via con una Renault Clio S1600. A dargli battaglia ci penseranno l’elbano Andrea Volpi (Renault ClioR3) ed il pratese Bernardo Bettarini (idem), con il pistoiese Daniele Pellegrineschi che vorrà mettersi in luce pur se al debutto con la Citroen DS3 R3. Per la vittoria si può pensare anche al veloce Gianluca Marchi (Renault Clio S1600) e sicuramente le posizioni di vertice potranno vedere di sicuro il giovane lucchese Luca Panzani (secondo nella classifica tricolore Junior ed in testa al Trofeo Twingo), in gara con la sua Renault Twingo R2, con la quale svolgerà un importante test in vista del prossimo impegno tricolore a Friuli del fine mese.

Per questa “nuova pelle” della 12 Ore del Ciocco sono state disegnate due prove speciali diverse, ricavate dal notevole ventaglio a disposizione nella mediavalle, zona di tradizione rallistica di lungo corso: saranno percorse per tre volte. Sei quindi i tratti competitivi a disposizione di coloro che accetteranno la sfida, per un complessivo cronometrato di 29,250 Km. a fronte del totale generale di 123,050. Il disegno iniziale prevedeva la disputa di una “piesse” dentro la tenuta del Ciocco ed un’altra nella celebre “Tereglio”. Cause di forza maggiore con hanno consentito poter disporre della strada di quest’ultima per cui si è dovuto riprogettare il percorso optando per un altro tratto competitivo da tempo consegnato alla storia delle corse su strada, la prova di “Renaio”.

La prova dentro la tenuta del Ciocco sarà invece una spettacolare versione inedita, che riproporrà le mitiche rotonde della gara del WRC in Catalunya. Il quartier generale, con partenza ed arrivo e tutti servizi dell’evento (Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa), sarà presso l’esclusiva location del Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & SPA. I due riordinamenti e gli altrettanti Service Area sono stati previsti nella zona industriale “Chitarrino” di Fornaci di Barga.

Fornaci di Barga diventa di fatto il cuore della manifestazione, OSPITANDO partenza e arrivo oltre ai riordini ed il Parco di Assistenza. Per questo verrà attuata una forte sinergia con il CIPAF-CCN (unione dei commercianti di Fornaci di Barga) accogliendo la 12 Ore del Ciocco con una festa inserita nel calendario di “Agosto a Fornaci” che si svolgerà sabato 23 agosto dalle 20 alle 24.

 

 

(Visitato 24 volte, 1 visite oggi)
TAG:
12 ore del ciocco motori rally

ultimo aggiornamento: 22-08-2014


Le gare della Lucchese su Noi Tv

Ciclismo, Saverio Crocetti si aggiudica il trofeo Conti