CAMAIORE. “250 euro di bolletta dell’acqua? Ma siamo impazziti? Questa è la situazione della stragrande maggioranza delle famiglie camaioresi: le cifre da capogiro che sono arrivate fra capo e collo alle famiglie in questi giorni sono una roba da pazzi e noi come al solito paghiamo per mantenere insieme questa casta di politici”. Lo scrive Fabrizio Pellegrini, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia.

“E’ l’ora di dire basta, dobbiamo farla finita: l’acqua è un bene di tutti, è un bene necessario. Ma qualcuno di voi si è accorto che da qualche anno a questa parte se non paghi l’acqua te la staccano? Ma dove esiste in un paese civile una cosa del genere? Il pane e l’acqua sono un bene primario, non possono essere tolti alle famiglie.

“Mi sono recato da Gaia, società privata che gestisce un bene pubblico, e ho chiesto spiegazioni: mi hanno risposto che le famiglie in difficoltà possono chiedere delle agevolazioni, ma c’è da presentare una mole tale di documenti che è da impazzire. Però si può fare.

“Quello che non mi hanno saputo spiegare è per quale motivo un bene pubblico viene gestito da una società privata: hanno balbettato qualcosa del tipo ‘sono i comuni a decidere’. E allora mi chiedo: quale comune può fare una cosa del genere?

“Lo fanno tutti i comuni che hanno delle partecipazioni all’interno di tali società. Nel consiglio di amministrazione di Gaia partecipano politici e noi paghiamo – il compenso annuale dei componenti il cda è 26.505,39 euro cadauno: se volete vedere chi sono questo è il sito.

“A questo punto noi di Fratelli d’Italia di Camaiore diciamo basta a queste bollette spropositate: l’acqua deve tornare ad essere gestita dai comuni. In questo modo i comuni avrebbero più soldi da gestire, i cittadini pagherebbero meno e non ci sarebbero certi politici su queste poltrone.

“E visto che siamo a parlare d’acqua, per quale motivo si spendono soldi per installare fontane che distribuiscono acqua pubblica – anche gassata, ma a pagamento – e non si fa altrettanto con telecamere che controllino che qualcuno non ci si lavi i piedi o la testa, come alcuni testimoni raccontano?”

(Visitato 52 volte, 1 visite oggi)
TAG:
acqua bollette camaiore fabrizio pellegrini fratelli d'italia

ultimo aggiornamento: 11-09-2014


Azzerare la giunta o dimettersi? Il sindaco Betti di fronte a un bivio

La Federazione della Sinistra a Betti: “Siamo giunti al punto di non ritorno”