VIAREGGIO. Nel tardo pomeriggio di lunedì scorso i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Maximiliano Bertoni e Alfredo Trinchese hanno incontrato l’ex presidente della Fondazione Carnevale Stefano Pasquinucci assieme ad altri attivisti legati al mondo di Burlamacco.

“Scopo dell’incontro è stato quello di fare il punto della situazione e cercare di capire ancora più a fondo le ragioni dell’attuale stato di travaglio dell’organo di cui non si conosce l’immediato futuro”, scrive il Movimento in una nota.

“Pasquinucci, come sempre attento e serio nelle valutazioni sulla questione, ha confermato le nostre già esposte perplessità sull’approssimazione e assoluta mancanza di professionalità con cui l’amministrazione viareggina ha gestito il Carnevale negli ultimi 12 mesi. Aver nascosto la reale situazione finanziaria del Comune, pur essendo a conoscenza della gravità dello stato dei conti già dal settembre 2013, è una responsabilità che il sindaco Betti e tutta la giunta non laveranno con facilità.

“Il fatto che si debba rivisitare la struttura del Carnevale e dell’organo che lo gestisce, è un pensiero che noi sosteniamo da tempo e sul quale stiamo ancora lavorando, ma da lì a disporne il commissariamento in assenza di ogni presupposto di legge corre la stessa distanza presente tra correttezza e mancanza di rispetto delle istituzioni e della comunità in generale. Attitudini, queste ultime, che Betti ha mostrato fin dal primo giorno del suo insediamento e che ci auguriamo potrà mostrare ancora per poco.

“Confusione, disorientamento e mancanza di rispetto delle persone e dei fatti sono stati il filo conduttore con cui la giunta ha gestito il Carnevale. Ben accompagnata in questo delirio distruttivo da alcuni personaggi che orbitano nel mondo del Carnevale – non ultimi alcuni carristi che, ben lungi dal pensare al bene della manifestazione, hanno mal pensato a come anteporre interessi di parte, del tutto svincolati dall’obiettivo unico che dovrebbe essere migliorarne la qualità e l’immagine.

“Ci auspichiamo che a breve venga disposta la retromarcia sul tema commissariamento e che la Regione affidi il contributo che ha deciso di stanziare alla Fondazione presieduta a tutt’oggi da Stefano Pasquinucci, il quale ha avuto l’unico torto – che per noi è anche uno dei suoi diversi meriti – di voler rendere conto alla città e ai viareggini e non a una politica cieca.

“Non sappiamo se il presidente Rossi abbia mai voluto il commissariamento, ma sappiamo bene che questa non è la soluzione al problema. Ci vogliono scelte doverose e dolorose per tutti, perché in un momento di difficoltà tutti devono essere pronti a sacrificarsi per mandare avanti il Carnevale, non nominare il primo sconosciuto personaggio che gestisca conto terzi la nostra manifestazione”.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)

Dalla giunta regionale via libera alla nomina di Pozzoli alla Fondazione Carnevale

Ex Cava Fornace. “Depuratore di percolato, la priorità è la tutela dell’area protetta”