VIAREGGIO. Visto il mancato sostegno al sindaco Leonardo Betti da parte di Sel, l’orchestra del Festival Pucciniano sente “l’urgenza di richiamare tutte le forze politiche al senso di responsabilità”.

“Interrompere una progettualità costruita nonostante le difficoltà ereditate, e quelle enormi in cui la nostra città versa, vorrebbe dire abbandonare Viareggio, il teatro e tutti noi lavoratori, in mezzo ad una tempesta”, si legge in una nota firmata dai componenti dell’orchestra.

“Appoggiare e supportare Leonardo Betti nel percorso intrapreso da più di un anno è un atto di responsabilità verso la città, i lavoratori e verso una realtà che è identità del territorio, della sua storia e della sua economia.

“Come lavoratori siamo stati finalmente coinvolti attivamente nella visione di un teatro fruibile da tutti, in un concetto di patrimio musicale da tutelare e incrementare, consapevoli che, come ricorda Uto Ughi, ‘un paese che scade culturalmente scade anche e soprattutto moralmente’. Un commissariamento del Comune o le elezioni amministrative vorrebbero dire unicamente il crollo di questo progetto e della possibilità di risollevarsi dalla crisi”.

(Visitato 21 volte, 1 visite oggi)