VIAREGGIO. Il compito più arduo spetta ad Alessandro Bertolucci. C’è da tenere a freno l’entusiasmo di un gruppo che continua a vincere, magari stavolta senza entusiasmare, ma dimostrando di essere cinico e pure di saper soffrire. “Ogni partita è una finale, questo è il motto del Centro. Viviamo alla giornata cercando di raccogliere il massimo. Abbiamo interpretato bene la gara, peccato per le due punizioni di prima che hanno ridotto il vantaggio, ma la nostra vittoria è meritata. Nel secondo tempo abbiamo tenuto il Correggio nella propria metà campo e questo significa che la squadra sta cominciando a prendersi le proprie responsabilità. Sono tre punti per noi utilissimi, dal gruppo sto ottenendo le risposte che cercavo, ma serve ancora tempo. L’impegno è stato massimo e quando vedo che i ragazzi danno l’anima io sono contento”.

Sabato di nuovo in pista, di fronte ai propri tifosi. “Servirà grande attenzione col Matera, squadra di contropiedisti e con dei valori. Il pubblico stasera ci ha sostenuto, anche se spero in un afflusso maggiore per le prossime partite”.

(Visitato 204 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro bertolucci CGC Viareggio hockey su pista

ultimo aggiornamento: 21-10-2014


L’Alimac rompe il tabù Giovinazzo, prima va sotto e poi cala il poker

Hockey, la vetta parla versiliese. Cgc e Forte a punteggio pieno