VIAREGGIO. Il ristorante Il Piccolo Principe Viareggio, che, insieme al  Regina, costituisce la ricca offerta culinaria del Grand Hotel Principe di Piemonte, aggiunge un ulteriore riconoscimento al suo già ricco parterre. Si tratta di un fregio di raro prestigio, che condivide con solo altri 38 ristoranti in Italia e appena con altri  tre in Toscana: la seconda stella Michelin.

Il rilascio della seconda stella, che fa seguito alla prima ottenuta nel novembre 2008,  è avvenuto all’inizio di novembre, in concomitanza col lancio dell’edizione 2015 della Guida Michelin. Il Piccolo Principe è uno dei due ristoranti italiani che  acquisiscono la seconda stella in questa tornata.

La motivazione è la seguente: “Come in una sinfonia ben orchestrata, il  trentaquattrenne chef Giuseppe Mancino, del Piccolo Principe, fa coesistere nei suoi  piatti creatività, raffinatezza, tecnica e ottime presentazioni”.

Ricordiamo che, oltre alla doppia stella Michelin, il Piccolo Principe vanta due  forchette Gambero Rosso e il Cappello dalle Guide de L’Espresso per i migliori  Ristoranti d’Italia 2015.Giuseppe Mancino

Gli ispettori Michelin operano in modo anonimo seguendo una consolidata  metodologia in tutto il mondo e pagano il conto al ristorante, valutando  esclusivamente la qualità della cucina in base a cinque criteri predefiniti: qualità dei prodotti, gusto e abilità nella preparazione dei piatti e nella combinazione dei sapori, cucina rivelatrice della personalità dello chef, rapporto qualità/prezzo e continuità nel tempo e nel menu. Questi criteri sono rispettati dagli ispettori Michelin in Italia, come in Giappone o in Cina e negli Stati Uniti. Ne consegue che, a parità di numero di stelle, la qualità di un ristorante è la stessa a prescindere dalla localizzazione.

Giuseppe Mancino nasce a Sarno (SA) nel 1981. Dopo aver frequentato la scuola alberghiera di Salerno inizia l’attività professionale in prestigiosi alberghi e ristoranti, fino ad approdare nel 2005 al Grand Hotel Principe di Piemonte come chef del ristorante Il Piccolo Principe. È con lui in cucina che il ristorante ha ottenuto tutti i riconoscimenti di cui sopra.

Ristorante Piccolo Principe Viareggio – lo chef Giuseppe Mancino

Il Piccolo Principe si trova nella suggestiva cornice del roof all’ultimo piano. È guidato dallo chef Giuseppe Mancino e dal maître e sommelier Massimo Bartolucci. È aperto solo a cena, da aprile a ottobre, ed è accessibile anche ai non residenti in albergo, mettendosi così a disposizione della platea più vasta.

ristorante Piccolo Principe
ristorante Piccolo Principe piatto

Per i gruppi e gli eventi aziendali lo chef e la sua cucina sono sempre a disposizione, anche nel periodo di chiusura (da novembre a marzo). La cucina del ristorante è squisitamente ricercata, arricchita e valorizzata da una fornita Carta dei vini. Le proposte spaziano dalla cucina tradizionale della Versilia e della Toscana a una rivisitazione della stessa in chiave più contemporanea. Tutti i menu sono sempre accomunati dalla scelta di prodotti stagionali, per offrire sempre prodotti freschi.

Il setting è di assoluto prestigio: l’elegante ed esclusiva rinnovata sala al quinto piano, con vista mozzafiato sul mare e sulle Alpi Apuane, o la splendida terrazza a bordo piscina sul roof garden.

(Visitato 414 volte, 1 visite oggi)

“Vita di paese – Farnocchia di Stazzema”. Ultimo giorno per partecipare al concorso

La foto del giorno