FORTE DEI MARMI. L’Assemblea Federale di SEL Provincia di Lucca, riguardo alle dimissioni di Alessio Felici, prima dal partito e poi da Assessore, approva e condivide in pieno la posizione e la linea politica seguita da SEL Forte dei Marmi.

“Una linea che, in tutto il percorso, si è mantenuta ferma e coerente con un programma amministrativo rivolto, in modo chiaro ed inequivocabile, al recupero dei valori identitari della comunità locale.

La realizzazione della Biblioteca Comunale, intesa come bene comune e come elemento di sviluppo sociale e civile di una comunità, non può essere scambiata, a nessun prezzo, con convenienze che rientrano nelle logiche del mercato. Il circolo SEL di Forte dei Marmi, pertanto, ha agito e agisce bene ad appoggiare e collaborare con il Comitato dei Cittadini per la tutela di questo bene comune, mirando alla salvaguardia dei locali destinati alla biblioteca dall’inserimento dei negozi, considerando la cultura una diga contro l’imbarbarimento della società ed un diritto necessario per il benessere individuale e collettivo. Bene ha fatto il circolo anche a marcare una distanza e distinguersi da coloro che – forze politiche (PD), Assessori, Consiglieri Comunali – hanno non solo rinnegato un programma ed un patto amministrativo, a suo tempo sottoscritti, ma sono venuti meno anche ai principi ed agli ideali propri del pensiero socialista, laico e libertario”.

(Visitato 67 volte, 1 visite oggi)

“L’idea dell’Auditorium è di Umberto Donati”

“Il pesce a Forte dei Marmi va venduto al mercato comunale”