Rinasce il Cinema Moderno, la giunta di Camaiore approva il recupero da 350mila euro - Comune Camaiore, COMUNI, La voce degli Enti Versiliatoday.it

Rinasce il Cinema Moderno, la giunta di Camaiore approva il recupero da 350mila euro

CAMAIORE. È stato approvato questa mattina mercoledì 26 novembre dalla giunta comunale di Camaiore il progetto esecutivo per il recupero dell’ex Cinema Moderno: i lavori partiranno nel prossimo aprile e termineranno entro la fine del 2015.

Il progetto prevede il ripristino degli impianti elettrici, idraulici e termoidraulici, antincendio, di isolamento acustico e di trattamento delle arie. Per l’impiantistica sarà necessario provvedere ai collaudi perché mancanti. Inoltre è previsto un intervento per la regimazione delle acque esterne, anche mediante l’installazione di pompe ausiliari necessarie in caso di un maggiore afflusso. L’importo complessivo delle opere è pari a circa 350mila euro.

L’iter è giunto a compimento dopo i passaggi necessari a definire il progetto secondo le norme vigenti in materia di spazi adibiti al pubblico spettacolo. Il primo passaggio ha necessitato del parere favorevole del Comando dei Vigili del Fuoco. Ottenuto l’assenso, la Commissione Pubblico Spettacolo ha revisionato il progetto, esprimendo le sue osservazioni recepite poi in sede d’esecutivo.

“Siamo ai titoli di coda di una vicenda tanto importante per la comunità quanto svergognata per certa politica”, è il commento del sindaco Alessandro Del Dotto. “L’ho vista nascere insieme alla mia passione per la politica locale, ho assistito alla mobilitazione e alle raccolte di firme di centinaia di cittadini: abbiamo messo in campo la concretezza che altri, con il loro inspiegabile immobilismo, sono stati reticenti ad impegnare, mandando tutto in malora e lasciando in stato di abbandono un pezzo di patrimonio che è di tutti.

“Ora andremo avanti spediti: stiamo già valutando l’idea di fare un bando per la gestione della sala che porti con sé arredi e strutture tecnologiche, magari proponendoci anche un uso accessorio come sala congressi e conferenze. Vogliamo collaborare con i privati, usando regole chiare e trasparenti.

“Qualcuno ci addita come quelli che stanno cercando di fare concorrenza alle sale di Viareggio, Forte o Pietrasanta: nessun furto di clientela, solo tanta voglia di valorizzare un bene che è del Comune e che trasformeremo in un’opportunità per i camaioresi, giovani e meno giovani, di scegliere, avendo finalmente a disposizione uno spazio di intrattenimento e cultura anche nel proprio Comune”.

(Visitato 87 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 26-11-2014 15:44