VIAREGGIO. “Cassano è il motivo per cui allatto da oltre 16 mesi. L’ho scritto e riscritto perché questa è la mia verità e da quando è venuta fuori questa brutta faccenda, ho solo letto e sentito innumerevoli esperienze di altre mamme che la confermano… Noi siamo con te dottore”.

Mamme, papà, nonne e nonni, ex pazienti ormai cresciute, amici di famiglia. Tante testimonianze sono arrivate in difesa del dottor Gian Piero Cassano, il pediatra versiliese coinvolto nello scandalo del latte in polvere. Le potete leggere anche su facebook dove sono stati stati creati i gruppi“Io sto con Cassano” o “Non toccateci il dottor Cassano

Decine e decine di post in bacheca a difesa del medico di Lido di Camaiore.

“Aver bisogno di te e non poterti contattare – scrive una mamma – amarezza, tristezza, ansia infinita. Vorrà dire qualcosa se dopo aver consultato altri dottori uno rimane insoddisfatta e dubbiosa!?! Forse perchè siamo troppo abituati bene.. Con te non succede mai!! MANCHI!! Forza Giampiero!! Sei sempre nei nostri pensieri!!! Un grande abbraccio da tutti noi!”.

“Per me è stato un grande professionista e un amico che ha accompagnato le mie figlie nella loro crescita con rispetto e serietà . Se ha ‘inciampato’ è giusto che paghi ma prima di condannare ascoltiamo la sua difesa..è un diritto civile di ogni cittadino. Io sto con lui in questo senso”.

“Giampiero è il pediatra di mia figlia fin dai suoi primi mesi di vita… Io me ne sono innamorata, professionalmente parlando, fin dalla sua prima visita. Adesso che è arrivato quasi il momento di “lasciarlo” vista l’età della mia “bambina” , so già che mi mancherà tutto della sua professione…. Attento, scrupoloso, intuitivo (mai sbagliata una diagnosi), disponibile in tutto e per tutto… Un porto sicuro per tutte le “sue” mamme. La mia esperienza con il latte materno non è stata delle migliori, a causa di un intervento operatorio post sala parto io non ho mai avuto una quantità tale di latte da sfamare sufficientemente Matilde pertanto già in ospedale fin dai primi giorni di vita la piccola è sempre stata alimentata con il latte artificiale, e quando sono tornata a casa e dopo circa un mese il mio latte è scomparso definitivamente alla domanda “ora come procedo?'” Giampiero non mi ha imposto nessun tipo specifico di latte riconducibile a nessuna ditta da lui prescelta, mi ha solo detto ” continua con quello che hanno scelto per lei in ospedale”…E così è successo anche a 6 mesi con il latte di proseguimento….

Non so da che parte stia la verità in questa vicenda, so solo che i processi mediatici NON servono e NON sono attendibili, esiste una magistratura e tre gradi di giudizio… Io aspetto e nel frattempo tifo per il nostro DOC”.

(Visitato 555 volte, 1 visite oggi)

Pediatri arrestati. Protesta dei genitori contro la sospensione dalle Asl

Trovato in possesso di 25 grammi di marjuana e 880 euro. Denunciato un ventenne