VIAREGGIO. Si è riunito nei giorni scorsi il direttivo provinciale del Partito Liberale alla presenza del dirigente nazionale Claudio Gentile per decidere se e come presentarsi alle probabili elezioni amministrative di Viareggio che si dovrebbero tenere il prossimo maggio.

La dirigenza provinciale, in accordo con quella viareggina, ha stabilito di presentarsi in modo autonomo con il capolista Maurizio Rosellini, attuale segretario del partito.

“Il Partito Liberale è assente dalla scena locale dal 1993 e ci ripresentiamo convinti che sia necessario ripartire dal turismo, dal porto e dalla sicurezza per cercare di risollevare una città stremata, disillusa. La Viareggio di oggi – ha commentato Rosellini – è una barca alla deriva: è necessario riprendere il timone, alzare le vele e cercare di riportarla in acque più tranquille. Non sarà facile, ma fare peggio di quanto fatto negli ultimi 15 anni crediamo non sia possibile.

“La nostra lista rappresenterà la vera novità per le prossime amministrative e siamo sicuri che tutti coloro che si riconoscono nei nostri principi, i veri principi liberali, non potranno non votarci: sarà un voto di consenso e di rinascita, sarà un voto per l’occupazione, per il decoro, per la sicurezza, un voto per virare decisamente con uomini e donne scevri da qualsiasi scandalo, truffa, inciucio”.

Intanto nei prossimi giorni i Liberali organizzeranno un presidio per raccogliere firme per abolire il canone Rai.

(Visitato 60 volte, 1 visite oggi)

“Bene le spiagge libere a Lido, basta con l’idea di Versilia ferma agli anni Sessanta”

“Perché a Viareggio si pagano così tanto i vigili urbani e nel resto della Versilia no?”