PIETRASANTA. La tradizione culinaria pietrasantina torna in scena dal 29 gennaio al 4 febbraio con i Menù di San Biagio, a cui hanno aderito 19 ristoranti proponendo piatti della tradizione e genuina innovazione. I pieghevoli sono in stampa e da martedì saranno in distribuzione. Ce n’è per tutti i gusti – carne e pesce, classici e novità. Prezzi da 15 euro a 39.50, con una media dai 25 ai 35 euro e offerte super economiche con pollo fritto e panino alla trippa, da 8 a 5 euro.

In carta i classici tordelli pietrasantini al ragù, ma anche maccheroni, tagliarini co’ fagioli, fagioli al fiasco e coniglio alla cacciatora, così come pappardelle rosa con tris di gamberi e zucchine, sandwich di orata con verdure all’isolana e gran finale di dessert con l’immancabile marzapane, cantucci, ciacci o Chantilly di panna cotta con streusel e mirtilli caldi. Pietrasanta da tempo ha sviluppato il suo talento per la ristorazione e i Menù di san Biagio offrono una piacevole panoramica dal centro a Marina e frazioni.

Ecco i ristoranti che hanno aderito: Alex Ristorante Enoteca, Betty Trattoria Pizzeria, Bisteccheria de Il Vaticano, Corte Lotti, Eno Trattoria Da Beppino, Filippo, Gatto Nero Trattoria, Il Circo, Il Posto, Il Ritrovino delle Cantine Basile, L’Artista Ristorante Enoteca, L’Enoteca Marcucci, La Martinatica, La Rocchetta, La volpe e l’uva, Le Bar’ a vins, Locanda del Gusto, Marble & Fun, Nonna Lory. Distribuito in 5 mila copie il pieghevole dei menù. Da giovedì sarà distribuita anche la brochure illustrativa della fiera agro-zootecnica con il calendario delle esibizioni e degli appuntamenti.

(Visitato 183 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cucina menù di san biagio pietrasanta

ultimo aggiornamento: 27-01-2015


2015 in Toscana, è l’anno dell’Archeologia

Manutenzioni stradali: un milione di euro per la Provincia di Lucca