Condannati i vertici Tev - Cronaca Versiliatoday.it

Condannati i vertici Tev

PIETRASANTA. Il Tribunale di Lucca ha condannato a sei mesi di detenzione e 15 mila euro di ammenda, più il pagamento delle spese processuali  quattro dirigenti, vertici di Tev Veolia, al processo per l’inceneritore di Falascia a Pietrasanta, messo sotto sequestro nel 2010 da parte della Procura di Lucca in seguito alla denuncia dei comitati ambientalisti riguardo i livelli di inquinamento emessi.

Assolti per le accuse penali di contaminazione del suolo e del torrente Baccatoio, poichè il fatto non  sussite. Il sequestro dell’impianto portò alla conseguente chiusura, ed è escluso dal piano regionale dei rifiiuti e della pianificazione dell’ambito teritoriale (Ato Toscana Costa).

La sentenza riconosce il risarcimento agli enti e alle associazioni che si sono costituiti parte civile Regione Toscana, Provincia di Lucca, Comune di Pietrasanta, Consorzio Bonifica Versilia Massaciuccoli, WWF la liquidazione in sede civilistica.

Scarica la sentenza

(Visitato 20 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 30-01-2015 8:59