Il Viareggio colpisce due pali e maledice la sorte: il Camaiore porta via lo 0-0 - Calcio, Sport, Viareggio Versiliatoday.it

Il Viareggio colpisce due pali e maledice la sorte: il Camaiore porta via lo 0-0

VIAREGGIO. Non cambia nulla là in cima. Almeno non per Viareggio e Camaiore. L’unica differenza rispetto alla scorsa settimana, è che il GhiviBorgo si avvicina alla vetta. Il derby versiliese non regala gol. Ma lascia l’amaro in bocca alle zebre, sfortunate nella ripresa: i pali colpiti da Bruzzi e Mammetti segnali chiarissimi. La sorte ha voltato le spalle ai bianconeri. I bluamaranto, pur non facendo le barricate, creano poche occasioni, non sfruttano le palle da fermo e alla fine si portano a casa un punto da non disprezzare affatto.

La sfida dei grandi assenti: Reccolani, Signorini, Dell’Ovo da una parte, Francesco Tosi e Fall dall’altra. La mossa di Ciardelli – accentrare Capo per prevenire gli inserimenti di Mariani e Caciagli – funziona: i due mediani del Viareggio, seppur brillanti in fase di interdizione, trovano pochi sbocchi per attaccare lo spazio. Nel Viareggio Ferrari viene promosso titolare perché Michelotti è ancora alle prese con il fastidio all’inguine. Federico Tosi è stato annullato da Monopoli e Visibelli, sempre attenti e concentrati. Il campo del “Ferracci” non permetteva giocate d’alta scuola. E poi, data la posta in palio, serviva più la sciabola, del fioretto.

La punizione alta di Buglio in avvio è il primo segnale che il Viareggio manda ad un Camaiore che solo al 18′ con Seghi (in scivolata su piazzato di Pieroni) impegna Carpita. La chance più nitida capita a Scandurra: Mariani recupera e innesca la ripartenza, il 9 bianconero a tu per tu con Tonazzini chiude troppo l’angolo. Il Camaiore segna il gol del vantaggio attorno alla mezz’ora, con Rosati. Che però è in fuorigioco. La chiamata dell’assistente è corretta. I colpi di testa di Monopoli e Scandurra si perdono sul fondo. Istantanee di un primo tempo povero di gioco.

Il Viareggio spinge nella ripresa e prova a mettere alle corde il Camaiore, che in alcune fasi soffre, mentre in altre prova a ribattere colpo su colpo. Ma a calciare in porta è quasi sempre la squadra di Tognarelli: Caciagli spara a lato dopo l’errore di Sabatini, poi l’esordiente Bruzzi si presenta con un siluro dalla distanza che si stampa sul palo a Tonazzini battuto. Zebre sfortunate pure al 44′, quando Mammetti, su cross da sinistra, controlla si gira e spara, anche lui, sul montante. Chiuderanno in dieci i padroni di casa (espulso Chelotti nel recupero). Quarto pari nelle ultime cinque gare per il Viareggio, secondo di fila per il Camaiore. Niente muta in vetta. Tutto è ancora in discussione.

VIAREGGIO-CAMAIORE 0-0

VIAREGGIO (4-3-3): Carpita; Chimenti, Visibelli, Monopoli, Chelotti; Mariani (38′ st Brondi), Buglio, Caciagli; Mammetti, Scandurra (23′ st Benedetti), Ferrari (16′ st Bruzzi). All. Tognarelli.

CAMAIORE (3-4-2-1): Tonazzini; Saccardi, Sabatini, Pieri; Velchev (41′ st Laras), Seghi, Capo (49′ st Giacovelli), La Rocca; Rosati, Pieroni (41′ st Pellegrini); Tosi. All. Ciardelli.

Arbitro: Emmanuele di Pisa.

Note: espulso Chelotti (Viareggio) al 47′ st. Ammoniti Mariani, Ferrari (Viareggio), La Rocca, Sabatini, Pieroni (Camaiore). Recuperi 2′ pt, 5′ st.

(Visitato 56 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 01-02-2015 18:39