SERAVEZZA. “Apprendiamo dalla carta stampata che il Comune di Seravezza e la Fondazione Terre Medicee sono stati inseriti nel cartellone estivo de La Versiliana con l’ideazione e la programmazione di una rassegna specifica dedicata alla scena contemporanea della prosa e della danza. Ci rallegriamo per questa importante vetrina per il nostro Comune e per una progettazione condivisa con La Versiliana degli eventi culturali estivi”.

Lo scrive Gianluca Pajatto, consigliere comunale della Lista Monaco.

“Peccato però che non siano ben chiari gli accordi sottoscritti fra le due Fondazioni. Come già segnalato in altre circostanze l’opposizione non viene mai informata sulle attività della Fondazione.
In diversi consigli comunali abbiamo chiesto al Sindaco Neri, che riveste anche il ruolo di Presidente della Fondazione Terre Medicee, aggiornamenti sulla Fondazione e sul suo “stato di salute” visto il forte indebitamento maturato nell’arco di pochi anni di vita. Le risposte sono sempre state incomplete e molto evasive.
Anche in questa occasione nessuno ci ha prospettato l’esistenza dell’accordo con la Fondazione “La Versiliana”. A questo punto le domande sorgono spontanee: chi sosterrà i costi delle manifestazioni? Chi provvederà alla promozione degli eventi? Come verranno divisi gli incassi? Ci auspichiamo di ricevere risposte chiare con dati precisi e puntuali sperando che la Fondazione Terre Medicee non venga esposta ad uno sforzo economico che oggettivamente non può sostenere e che si rifletterebbe sulle casse comunali”.

 

(Visitato 116 volte, 1 visite oggi)

Cave marmo. I sindaci ai lavoratori: “Siamo con voi”

“Maggiore chiarezza sulla posizione della Fondazione Terre Medicee”