Addio alla variante Sarzanese? Si lavora al nuovo strutturale (video-intervista)

CAMAIORE. Partirà il prossimo 13 febbraio il ciclo di incontri territoriali e tematici con la cittadinanza del Comune di Camaiore, nell’ambito dell’avvio del procedimento del nuovo Piano Strutturale. Il passaggio si configura come un intenso percorso partecipativo teso a redigere un documento che sia frutto di una discussione ampia e approfondita.

“Chiediamo alla cittadinanza di partecipare ad un lavoro capillare sul territorio, seguendo uno schema che è quello che abbiamo aperto con il nuovo Regolamento sulla Partecipazione. Vogliamo risolvere problemi ordinari con delle prospettive di lungo periodo. Il Piano Strutturale è come un embrione che si sta formando: noi stiamo lavorando alla spina dorsale partendo da punti fermi quali il recupero del patrimonio edilizio esistente, il confronto con il mondo della produttività e la messa in sicurezza del territorio anche grazie ad un rinnovato rapporto con il privato”, il commento del Sindaco Alessandro Del Dotto.

Ecco le parole del primo cittadino Alessandro Del Dotto nello spiegare il percorso che arriverà al Nuovo piano strutturale per Camaiore:

Il Nuovo piano strutturale per Camaiore deve definire una serie di scelte strategiche per il Comune perché a differenza del passato sin da questo passaggio dobbiamo avere le idee chiare sulle future destinazioni. In sostanza il lavoro si riassume in quattro punti:

– definire le opere pubbliche prioritarie come parcheggi e infrastrutture viarie (tra le ipotesi la cancellazione dei corridoi infrastrutturali delle varianti Sarzanese a Capezzano e della Variante Aurelia, ndr)

– occuparci del futuro di patrimonio pubblico sia in aree strategiche come Arlecchino, Benelli e Magazzeno, sia in edifici come villa Emilia o Palazzo Littorio;

– definire il confine fra territorio urbanizzato e rurale perché oltre al primo non si farà nuova costruzione residenziale;

– definire le invarianti strutturali, ovvero quei valori ambientali, culturali e paesaggistici che vanno salvaguardati e difesi, pensando ad una disciplina di trasformazione che tenga conto di questi indirizzi”, le parole dell’Assessore all’Urbanistica, Simone Leo.

 Così l’assessore all’urbanistica Simone Leo spiega le linee generali che muovono questo nuovo piano strutturale:

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI

Incontri territoriali (tutti il venerdì alle ore 21.00) Nuovo piano strutturale per Camaiore

cs-2015_02_06_nuovo_piano_strutturale_il_comune_incontra_i_cittadini_territoriali

13 febbraio – Sala Riunioni Misericordia di Lido di Camaiore (per tutta la frazione di Lido di Camaiore)

20 febbraio – Sala Convegni 1° piano – Villa Le Pianore di Capezzano Pianore (per zone: Capezzano, Monteggiori, Santa Lucia e La Culla)

27 febbraio – Palasport – Piscina – Camaiore (per zona Camaiore e Pedona)

6 marzo – Oratorio Località Vado (per zone: Lombrici, Greppolungo, Casoli, Metato e Vado)

13 marzo – Sala Pro Loco Marignana (per zone: Pieve, Marignana, Pontemazzori, Nocchi e Torcigliano)

20 marzo – Sala Biblioteca di Orbicciano (per zone: Montemagno, Valpromaro, Santa Maria Albiano, Fibbialla, Fibbiano Montanino, Gombitelli, Orbicciano e Migliano)

cs-2015_02_06_nuovo_piano_strutturale_il_comune_incontra_i_cittadini_tematici

Incontri tematici

Il patrimonio territoriale: Ambiente, Cultura e Paesaggio

Lunedì 23 marzo – ore 17:30 Sala parrocchiale Chiesa S. Andrea – Pontemazzori

Agricoltura e territorio rurale

Venerdì 27 marzo – ore 17:30 Misericordia di Capezzano Pianore

I comparti produttivi: commercio, industria e artigianato

Venerdì 10 aprile – ore 17:30 sala auditorium Centro Direzionale Le Bocchette

Turismo e tempo libero

Lunedì 13 aprile – ore 17:30 Croce Verde Lido di Camaiore

Le scelte di pianificazione strategica in Versilia

Venerdì 17 aprile – ore 17:30 Sala Consiliare del Comune di Camaiore

Aggiornato il: 06-02-2015 16:15