FORTE DEI MARMI. Sconfitta causa sconfitta. Nel derby contro il Seravezza, il Real Forte Querceta aveva perso partita e pedine fondamentali, la cui assenza contro il Viareggio si è rivelata fatale. Perché affrontare la prima della classe senza Bertoli, Verdi, Redomi e Vannucchi è stato tremendamente più complicato. “Le defezioni si sono fatte sentire – ammette il tecnico Maurizio Cerasa -, qualcuno, come Meucci, ha giocato fuori ruolo. Non posso rimproverare nulla a chi è sceso in campo, ma tutte queste assenze le abbiamo pagate”. Un Real Forte Querceta a corrente alternata, contro il Viareggio. Incapace, dopo l’1-1, di mettere a segno il colpo decisivo. “Non capisco perché, una volta trovato il pari, ci siamo rilassati, mentre prima avevamo giocato molto meglio. La gara contro il Seravezza era già vinta e siamo riusciti a perderla. Adesso dobbiamo ridimensionare i nostri obiettivi”. Il portiere Corradi è stato protagonista in negativo. Eppure Cerasa lo difende: “Ho scelto lui per una questione di esperienza: ha sbagliato, ma è ingiusto addossargli tutte le colpe”.

(Visitato 95 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio maurizio cerasa real forte querceta viareggio

ultimo aggiornamento: 08-02-2015


Il Viareggio torna a dettare la propria legge. Il Real Forte Querceta tradito dal suo portiere

Tognarelli: “Tornati finalmente a vincere. Testa subito al Rosignano”