VERSILIA. Nuovo appuntamento con FeliceMente, la rubrica di VersiliaToday dedicata alla mente e alla sua conoscenza, curata dalla dottoressa Valentina Aletti.

 

Come ottenere prestazioni di successo: 2° parte.

La scorsa settimana vi ho parlato di alcune strategie, derivanti da studi basati sulle teorie della PNL – Programmazione Neuro Linguistica, secondo le quali tutti possono “applicandosi” ottenere risultati di successo.
Ricapitolando per riprendere un pò il filo, la PNL parla di modelli di eccellenza ovvero una serie di strategie comportamentali e modelli linguistici che funzionano più di altri per ottenere prestazioni di successo e sono riproducibili e funzionali anche se attuate con stili diversi.
Le prime due strategie che sono state illustrate la scorsa settimana erano: L’assunzione di responsabilità e l’interrompere cattive abitudini. Questa settimana vediamo cosa resta da fare per aumentare le nostre possibilità di raggiugere risultati di successo:
3. Riallineamento delle aspettative: capita spesso che nella nostra mente ci creiamo un’aspettativa ben definita che viene delusa quando ci scontriamo con la realtà.
È molto importante identificare su cosa si deve lavorare al fine di ottenere ciò che ci aspettiamo, quali sono le risorse di cui disponiamo, quali i limiti e soprattutto se veramente “tutte le parti di noi stessi” sono d’accordo nell’ottenere quel risultato.
Poichè se manca qualcosa di tutto ciò elencato sopra è probabile che una “parte” di noi “saboterà” la realizzazione della nostra aspettativa.
4.Avere il coraggio di sognare: ogni persona che ha ottenuto un qualche successo è stato grazie alla visione che ha perseguito di esso nel tempo, in altre parole questa persona il suo successo lo aveva già sognato/immaginato!
Tutto è infatti possibile se abbiamo il coraggio di desiderare, poiché ciò facendo si aziona la risorsa più importante: la nostra mente. È importante lasciare la mente libera di creare immagini, visioni, che iniziano come sogni e si concretizzano in obiettivi da perseguire nella quotidianità.
5. Obiettivo e motivazione:

realizzare o meno un obiettivo è uno degli aspetti più importanti per il raggiungimento o meno del successo. Si hanno due alternative: continuare a lasciare le cose al caso o prendere il controllo della propria performance in modo che possa portare ad appagamento, progettualità e risultati duraturi.
L’ obiettivo quanto più è preciso, chiaro e stimolante (sfidante) tanto più in termini motivazionali rappresenta una spinta. Diventa infatti un punto di riferimento rispetto al quale dirigere l’azione, concentrare i propri sforzi ed energie e valutare la propria auto-efficacia, a cui seguirà un sentimento di soddisfazione.

Se la persona si sente impegnata e coinvolta nel raggiungimento di un obiettivo la sua prestazione migliorerà.

L’obiettivo è fondamnetale che sia definito in termini positivi in quanto la mente non elabora informazioni negative, ovvero se viene chiesto “Non pensare al rosso”, automaticamente la nostra mente visualizza il rosso. Pertanto definire in positivo un obiettivo significa ad esempio dirsi: “ voglio un ufficio più efficiente” piuttosto che “non voglio più un ufficio così inefficiente”.
Il nostro obiettivo deve inoltre essere specifico, bisogna infatti definirne un piano di azione dettagliato e deve essere descritto in termini sensoriali: vanno coinvolti tutti e
5 i sensi costruendo percorsi nella mente che lo rendano reale attraverso l’esplicazione di tutti gli steps.
Infine deve essere “ecologico” ovvero è importantissimo assicurarsi che sia realmente quello che si desidera ottenere anche rispetto a tutti gli altri aspetti della propria vita. In altre parole ci dobbiamo chiedere ad esempio: l’obiettivo che ho scelto è appropriato anche prendendo in considerazione la mia relazione sentimentale?” e infine bisogna decidere quale sarà la “prova del nostro succsso” ovvero come sapremo di aver realizzato il nostro obiettivo.
Il percorso per il raggiungimento del successo è abbastanza tortuoso e ci vuole un gran coraggio… ma il “panorama” è garantito!

FeliceMente è curata da Valentina Aletti, psicologa clinica, laureata presso l’Università degli Studi di Firenze. Specializzanda in psicoterapia sistemico-relazionale ha conseguito master di perfezionamento in PNL , diagnosi e cura dei disturbi del comportamento alimentare e obesità , consulenza tecnica e peritale e disturbi dell’apprendimento e comportamento in età evolutiva. Per informazioni o richieste scrivere a:  [email protected]

Avvertenza: questa rubrica ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e quelle pubblicate, previo esplicito consenso del lettore, saranno modificate in modo da tutelarne la privacy

 

(Visitato 80 volte, 1 visite oggi)
TAG:
FeliceMente psicologia rubrica successo Valentina Aletti

ultimo aggiornamento: 08-02-2015


Eiaculazione femminile e squirting. Da Uomo a Uomo

Carnevale di Viareggio 2015, la fotogallery del secondo corso (prima parte)