VERSILIA. Nuovo appuntamento con FeliceMente, la rubrica di VersiliaToday dedicata alla mente e alla sua conoscenza, curata dalla dottoressa Valentina Aletti.

Scegliere uno psicologo: diffidate dalle imitazioni!!!

È solitamente in momenti di grande sofferenza che si realizza la necessità di rivolgersi ad uno psicologo, spesso anche psicoterapeuta. Questa scelta è molto importante perchè determinerà in grande parte la ripresa o meno di uno stato di benessere, ma purtroppo spesso non si sa come farla e soprattutto chi scegliere, tra il mare di nomi di specialisti. Un modo a volte è ad esempio quello di affidarsi al terapeuta di un amico che si è trovato bene, anche se ci sono variabili individuali che non ci garantiscono che sarà lo stesso per noi, inoltre uno specialista andrebbe scelto soprattutto in base al tipo di problema che si ha e quindi facendo una valutazione delle sue competenze specifiche.
Questo è molto diffcile perchè spesso la maggior parte delle persone non conosce le varie branche della psicologia e non sa quale specialista può fare al caso suo. Tuttavia se ci si rivolge ad un qualsiasi psicologo e/o psicoterapeuta “si casca sempre in piedi”! Oggi infatti troppe persone si “improvvisano” terapeuti, sentendo di averne la “vocazione”, ma molto spesso non essendo preparate e consapevoli dei danni che possono causare ai propri clienti, applicando tecniche sbagliate, inappropriate o che non conoscono alla perfezione. Senza contare le reazioni inconsce che si possono scatenare, non essendo poi in grado di percepirle e gestirle dopo la seduta, poiché completamente (o quasi) a digiuno dei processi che stanno alla base di certe patologie o di meccanismi piscologici.
Il buon senso e la sensibilità innata di una persona mascherati da saggezza, non sono assulutamente sufficienti per accompagnare una persona in un percorso di terapia.
Siamo purtroppo invece nell’era delle “pseudoterapie psicologiche” che non prevedono il rispetto di determinate regole, una seria formazione precedente annessa di supervisione adeguata, così da far lavorare tanti “pseudoterapeuti”, enormi potenziali provocatori di gravi danni al paziente.
Ma cosa non funziona esattamente di queste pseudoterapie? La maggior parte si basa su una preparazione scarsa dello pseudoterapeuta che non utilizza tecniche che hanno riscontri scientifici che ne dimostrino l’efficacia, con il risultato che i pazienti anziché diventare persone più responsabili ed autonome verso se stesse, diventano ancora più sole, tormentate e dipendenti. Numerosi pazienti vengono infatti abusati in molte forme diverse e queste pseudoterapie fanno perdere molto tempo e molti soldi a chi vi si sottopone oltre la speranza e la fiducia verso i terapeuti “seri” e verso la relazione di aiuto più in generale.
Altra differenza fondamentale è che uno psicologo e /o psicoterapeuta nell’esercizio della sua professione può incorrere in varie fattispecie di responsabilità: penale, civile e disciplinare, cosa che non succede agli “pseudoterapeuti”!!! Il loro operato non è sottoposto all’osservanza di obblighi imposti dalla legge e regolamenti che disciplinano espressamente l’esercizio della professione.
Gli “pseudoterapeuti” non hanno un codice deontologico mentre ad esempio gli psicologi sono tenuti secondo questo a garantire la tutela del cliente, dei colleghi, possedere una competenza adeguata a rispondere alla domanda del cliente, usare con giustizia il proprio potere ,non porre i propri pazienti in situazioni di potenziale pericolo ed essere molto attenti alle possibili conseguenze.
Non ho volute espressamente nominare coloro che ritengo appartenti alla categoria degli “pseudoterapeuti” ma per tutti i motivi sopra elencati il mio consiglio quando ci si mette alla ricerca di un terapeuta che possa aiutarci a risolvere i nostri problemi è: “Diffidate dalle imitazioni, scegliete solo professionisti che hanno una comprovata qualifica di psicologo e/o psicoterapeuta.

(Visitato 174 volte, 1 visite oggi)

La foto del giorno

Droga, arrestata banda dedicata allo spaccio tra Camaiore e Marina di Pietrasanta