VIAREGGIO. Dai temi della tassa di soggiorno, “che deve essere ridotta per aumentare le entrate comunali ed utilizzata per promuovere effettivamente il turismo”, agli interventi “mirati”  di dragaggio e riqualificazione del porto “anche attraverso il completamento dell’asse di penetrazione” che non prevedano la costruzione di nuovi approdi, “pennelli” o scogliere a nord o sud delle attuali aree portuali, o altri progetti “che comportino cancellazioni di spiaggia attualmente concessionata agli stabilimenti balneari”.

Dai problemi di sicurezza e decoro al” costo troppo elevato di smaltimento rifiuti”, passando per la “necessità di rendere più efficiente” la macchina comunale, “più moderni” i suoi regolamenti e “meno asfissiante” la burocrazia.

Questi ed altri temi, come la revisione dei contratti con Sea e Mo.Ver., costituiscono le 10 priorità che le associazioni dei balneari, dei commercianti e degli albergatori di Viareggio, insieme riunite, pongono all’attenzione dei candidati sindaco.

“I problemi sono molti – commenta la presidente di Federalberghi Viareggio Elisabetta Bellotti – e non è stato facile farne una sintesi, che tenesse nella dovuta considerazione le primarie esigenze della città, al tempo del dissesto”.

“Siamo molto soddisfatti della tradizionale collaborazione tra le nostre associazioni – afferma il presidente dei balneari di Viareggio Carlo Monti – il risultato è sicuramente un documento equilibrato, che pone al centro la forte richiesta di un organismo comunale, partecipato dalle nostre categorie, che abbia compiti chiari e realmente operativi, anche in funzione dell’Unione dei Comuni”.

“Ci auguriamo –  conclude il Presidente di Ascom Viareggio Graziano Giannessi – che la prossima amministrazione persegua gli obiettivi qui tracciati, frutto del lavoro collegiale delle categorie economiche della città di Viareggio, invece di perdersi nei soliti ‘giochetti’ della piccola politica, quella degli amministratori incapaci o impreparati di cui purtroppo, Viareggio, ha avuto molti esempi”.

Come rappresentanti degli albergatori, dei balneari e dei commercianti di Viareggio, siamo pronti ad ogni confronto e approfondimento, anche se ciò significherà ripetere le stesse cose che denunciamo da anni.

Viareggio, elezioni e dissesto: alcuni degli interventi più urgenti

Tema Descrizione
Costituzione di un organismo comunale sul turismo e commercio partecipato dalle categorie con funzioni operative, integrato con l’unione dei comuni versiliesi
Vigilanza e interventi per la qualità delle acque di balneazione La sicurezza della balneazione, per i riflessi in termini di immagine e di accoglienza della nostra Città, deve essere un imperativo. Migliorare i rapporti con Sea e gli altri comuni
Completamento dell’asse di penetrazione, ottimizzazione e rilancio dell’attuale area portuale. Soluzione definitiva dei problemi di dragaggio e insabbiamento Garantire, tramite ottimizzazione dell’attuale area portuale, spazi e fondali adeguati al mercato delle grandi barche. No a progetti di nuovi approdi, “pennelli” o scogliere, esterni all’attuale area portuale, o progetti che comportino cancellazioni di spiaggia attualmente concessionata agli stabilimenti balneari.
Approvazione/revisione dei regolamenti comunali regolamento urbanistico, piano di utilizzo degli arenili, concessioni comunali ecc.
Abbassamento e utilizzo proficuo della tassa di soggiorno La tassa di soggiorno va ridotta, come già in altri comuni anche dissestati. Si esige di conoscere l’uso effettivo del gettito e di incidere sulle relative decisioni
Maggiore sicurezza dei cittadini e delle attività economiche Maggiore presenza dei vigili, delle f.d.o. e di telecamere, specie nelle aree più “sensibili”
Riduzione del costo di smaltimento rifiuti. Interventi sul verde pubblico e sugli arredi Per il decoro richiesto ad una città turistica. Rivisitazione contratto sea
Manutenzione delle strade, miglioramento dei collegamenti stradali e ferroviari. Accordi con scali aerei. Revisione del contratto con Mover e dei parcheggi cittadini.
Problema del commercio abusivo in città e sulle spiagge La presenza di venditori abusivi danneggia le aziende e l’immagine di Viareggio
Revisione della “macchina comunale” e semplificazione burocratica degli atti amministrativi Servizi pubblici efficaci ed efficienti. Razionalizzazione della spesa pubblica. Un unico ufficio comunale che si occupi di “smistare” le domande tra i vari uffici preposti
Conoscenza anticipata dei componenti di giunta E’ importante conoscere in anticipo sia il programma che la squadra di governo.

 

(Visitato 54 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ascom viareggio decoro elezioni amministrative 2015 rifiuti sicurezza

ultimo aggiornamento: 11-04-2015


Stato di agitazione a Viareggio Porto, Patrimonio e Viareggio Versilia Congressi

“Sport e giochi olimpici nell’Europa in guerra” a Villa Argentina