VIAREGGIO. Non se la prende troppo per una sconfitta che, pur pesante, non altera in alcun modo la stagione memorabile del Viareggio. Paolo Tognarelli avrebbe preferito chiudere diversamente il campionato, ma che la sua squadra potesse scendere in campo già sazia, lo aveva messo in conto. A Seravezza le zebre erano partite a razzo, poi si sono squagliate come neve al sole. “Soffermarsi su questo incontro è inutile, ce la siamo giocata poi nel secondo tempo, sotto di un gol, siamo rimasti in dieci per l’infortunio di Alberto. Non è questa sconfitta che rovina un’annata da incorniciare. E più passano i giorni, più mi rendo conto dell’impresa che abbiamo compiuto, viste le condizioni da cui eravamo partiti”. Godersi il presente, senza troppi assilli riguardo il futuro. “Continueremo ad allenarci sino a maggio, poi la società farà le sue valutazioni. Io resterei volentieri, ma accetterò tranquillamente ogni decisione della dirigenza”.

(Visitato 68 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio paolo tognarelli viareggio

ultimo aggiornamento: 12-04-2015


Il Pietrasanta inciampa nell’ultima sfida casalinga, il Castelnuovo passa al “XIX Settembre”

Sesta vittoria di fila per le zebrette