VERSILIA. Nuova puntata di A Spasso con Galatea, la rubrica dedicata all’arte, alla cultura, alla storia e alle tradizioni della nostra Versilia, realizzata grazie a Stefania e Tessa del blog Galatea Versilia.

 

La città di Lucca è racchiusa da possenti mura rinascimentali perfettamente conservate, che costituiscono un esempio unico in Europa. Iniziate alla metà del ‘500 secondo i principi della fortificazione moderna, sono costate tanto ai lucchesi sia in termini di tempo che in termine di soldi: la costruzione infatti si è protratta per oltre 100 anni e la somma sborsata è stata di quasi 100.000 scudi…tempo e soldi spesi in un certo senso inutilmente in quanto mai sono state messe alla prova da eserciti nemici.
Essendo la muratura esterna in mattoni e l’interno in terrapieno, si decide di impiantare pioppi che con le radici avrebbero compattato il terreno, così le mura si configurano fin da subito come un vero e proprio polmone verde. Nel ‘700 i pioppi vengono sostituiti dagli olmi e le mura iniziano ad essere frequentate soprattutto nei mesi estivi per godere dell’ombra e rilassarsi con lunghe passeggiate.
Con l’inizio dell’800 la duchessa di Lucca Maria Luisa di Borbone incarica l’architetto Nottolini della sistemazione del parco delle mura: i platani sostituiscono gli olmi, compaiono panchine di marmo e vengono abbassati i parapetti per poter godere del panorama. I lucchesi hanno finalmente il loro “pubblico passeggio”, ancora oggi frequentatissimo.
Qualche anno dopo, al tempo di Carlo Lodovico di Borbone, nella casermetta di S.Maria viene realizzato il Caffè delle mura, squisito gioiellino neoclassico e luogo di ritrovo dell’élite cittadina.
Se andate a Lucca regalatevi questa passeggiata panoramica lunga circa 4,5 km, la veduta del centro storico con le sue chiese e palazzi è impagabile!

Tessa Nardini

(Visitato 32 volte, 1 visite oggi)

Baby ladre in Passeggiata. Rubano vestititi per quasi 300 euro

“La Lecciona rischia di rimanere senza sorveglianza, la Regione intervenga subito”