VIAREGGIO. “Siamo carichi come non mai. Ci voleva questo nuovo ciclo”. Il tono di Simone Marinai è raggiante. Le sue sono le parole di un capitano, pronto a sedersi di fronte alla tavola imbandita e gustarsi qualsiasi pietanza, senza correre il pericolo di sentirsi sazi o appagati. Il Viareggio non vuole nascondersi. Nel mirino ci sono campionato e coppa Italia di beach soccer. E per provare a conquistarli, la triade Carpita (presidente), Leonildi (direttore sportivo) e Santini (allenatore) ha dato il meglio di sé: il tecnico avrà a disposizione un poker d’assi, giocatori che di questo sport sono dei maestri, apprezzati nei loro paesi ed in giro per l’Europa.

Nel 2015 vestiranno la maglia bianconera il portoghese Nuno Tavares, lo svizzero John Osso e gli inglesi Aaron Clarke e Mitch Day. Cambia la politica societaria. Una necessità, più che una scelta. “Gli addii di Remedi, Battini e dei due Marrucci – spiega Stefano Santini -, ci hanno costretto a rivedere la nostra strategia. Era impossibile di mettere in rosa otto-dieci ragazzi e buttarli subito nella mischia, pensando che fossero già pronti. Per questo, spinti dall’ambizione di lottare per traguardi importanti, abbiamo preso elementi di qualità e di esperienza, che ci daranno una mano soprattutto nella prima tappa, quando non avremo a disposizione i giocatori impegnati con la Nazionale (Di Palma, Ramacciotti, Gori, Marinai, ndr)”.

Tavares (40 anni) conosce perfettamente il campionato di Serie A. È stato il capitano della Sambenedettese e lo scorso anno ha partecipato al Super Eight con la Lazio. Certo, l’età non è dalla sua parte, ma Santini lo voleva fortemente per affidargli la difesa. Day (33 anni il prossimo 18 agosto) è una colonna portante della nazionale inglese. Più giovane l’altro inglese, Clarke (24 anni). Utilizzabili come esterni e, all’occorrenza, come attaccanti di movimento, i due possono garantire imprevedibilità ed estro. L’elvetico John Osso (29 anni) – che non sarà disponibile per la Coppa Italia di fine maggio a Terracina – gode della stima del tecnico per le sue qualità.

“Ma stiamo già pensando al futuro – rivela il tecnico -, quattro ragazzi del ’98 (Leonardo Zaia, Simone Santini, Lorenzo Navarra e Davide Minichino) si alleneranno con la prima squadra per tutta l’estate in modo da crescere e apprendere quanto più possibile dai loro compagni”. Si stanno allenando con il gruppo anche Monopoli e Mammetti, che con le zebre hanno conquistato la promozione in Serie D.

(Visitato 155 volte, 1 visite oggi)

Vela, Pendibene e Valsecchi primi tra i proto double a Cagliari

Un torneo per ricordare padre e figlio scomparsi