VIAREGGIO. “Apprendo con grande amarezza degli episodi accaduti al termine della gara tra le squadre Varignano e Torre Del Lago, valevole per il Torneo dei Quartieri”. A parlare è Andrea Strambi, a nome anche dei rappresentanti dei vari quartieri iscritti alla manifestazione.

“Ho sentito tirare in ballo che esistono forme di razzismo all’interno dell’UISP e questo mi ha profondamente colpito, ricordo a coloro che lo hanno fatto di, quantomeno, leggere ciò che l’UISP fa a tutti i livelli per combattere con forza tutte le forme di razzismo, dittatura ed emarginazione. Questo spirito ci accompagna da sempre e per sempre.

Vorrei ricordare a tutti i partecipanti al torneo e con maggior vigore mi rivolgo agli attori dei tristi episodi di ieri, quale sia lo spirito, l’idea e la motivazione che ci ha spinto ad organizzare questo Torneo.

Sarebbe auspicabile un comportamento più consono alla manifestazione e sarebbe molto più bello vedere alla fine delle gare quello che fanno i giocatori e tifosi del Rugby alla fine della partita.

Troppo ingeneroso additare la colpa ai direttori di gara, ricordo infine che la posta in gioco è la sola supremazia sportiva di un quartiere sul altro in ricordo delle vittime del 29 giugno e il contribuire a raccogliere fondi ogni anno per una giusta causa.

Non ci faremo intimorire da questi sciocchi e continueremo nella ricerca di un mondo migliore e di una sana competizione sportiva proprio attraverso questo meraviglioso sport che è il calcio.

Vi invito ad una riflessione e non dubito che le persone di buon senso prevarranno sugli sciocchi. I colpevoli verranno puniti secondo le regole della nostra associazione . Agli organizzatori il mio incondizionato appoggio e sostegno e l invito a proseguire. Invito tutti i presidenti delle società di Viareggio di partecipare alla fase finale del torneo per sostenere tutti insieme i valori dello Sport”.

 

(Visitato 50 volte, 1 visite oggi)
TAG:
andrea strambi calcio torneo dei quartieri

ultimo aggiornamento: 18-06-2015


Samuele Pizza riparte da Pontedera

Viareggio, Serie A piena di incognite senza i nazionali