VIAREGGIO. “Lo Stato italiano non può essere complice di una strage, non può incentivare e stimolare la dipendenza dal gioco”: è il pensiero di Alessandro Santini, consigliere comunale di Forza Italia.

“Le troppe e sempre più numerose sale slot stanno minando quelle troppe famiglie già in crisi finanziaria, troppe persone cascano nel vortice della dipendenza del gioco per colpa della tentazione sobillata e sostenuta da uno Stato che guadagna, se non lucra, sulla debolezza e la disperazione che vede nelle macchinette mangiasoldi l’ultima salvezza per risollevarsi da gravi problemi economici. La dipendenza da gioco è una vera e propria malattia riconosciuta e per questo va studiata, curata e combattuta nelle maniere dovute.

“Lo Stato deve tutelare i suoi cittadini e non spingerli nel baratro. Lo Stato e i Comuni sostengano ed incentivino i locali pubblici che ‘vogliono’ abbandonare questo tipo di gioco che inebetisce e rovina le persone. Lo Stato e i Comuni aiutino i gestori dei locali a non pagare penali se vogliono restituire le macchinette mangiasoldi e se vogliono liberarsi di queste realtà che stanno minando al cuore le famiglie, creando instabilità economiche ingestibili e che minano la serenità dei nuclei familiari.

“Troppi mariti e mogli, sempre più, gettano nel buio interi stipendi appena riscossi. Spesso lo stipendio di un mese di lavoro e sudore, appena riscosso, non raggiunge neppure la casa e non viene neppure visto dal coniuge poiché viene immediatamente speso nelle macchinette.

“Il sindaco di Viareggio intervenga subito, con forza e si faccia portavoce di questo disagio. Il sindaco di Viareggio intervenga limitando con apposita ordinanza l’orario di apertura delle sale slot e dei locali pubblici che utilizzando queste macchine. Il ‘gioco’ ha seminato fin troppe vittime: si intervenga subito senza fare finta di non vedere cosa accade accanto a noi”.

(Visitato 56 volte, 1 visite oggi)

Granaiola a Repubblica Tv: “Se il Pd mi caccia me ne farò una ragione…” (video)

“L’impegno e i risultati del beach soccer a Viareggio devono essere valorizzati”