CAMAIORE. Si è chiusa con dati estremamente positivi la stagione teatrale del Teatro dell’Olivo 2014-15. Il cartellone nasce dalla collaborazione tra Fondazione Toscana Spettacolo e Comune di Camaiore, una sinergia che ha permesso di confermare la qualità degli spettacoli proposti, mantenendo i prezzi a un livello popolare. La stagione appena trascorsa ha chiuso con un avanzo di esercizio di 4.200 euro – nella scorsa stagione furono circa 2mila – a riprova di un sistema ormai consolidato che trova costante apprezzamento da parte del pubblico camaiorese. Sono stati oltre 90 gli abbonati, con una presenza media superiore alle 150 persone e due sold out.

Lo scrive l’amministrazione comunale in una nota. Una collaborazione che proseguirà anche nella prossima stagione, visti i risultati lusinghieri ottenuti da Fondazione Toscana Spettacolo che ha recentemente ottenuto la quota più alta nei contributi del Mibact tra i circuiti multidisciplinari a livello nazionale, per circa 700mila euro. La rete toscana è risultata al primo posto sia per la qualità che per la quantità della proposta teatrale con sessanta comuni coinvolti, 11mila abbonati e una percentuale di presenze medie a teatro che oltrepassa il 70% dei posti disponibili. La Fondazione ha deciso per festeggiare i propri venticinque anni di attività di divenire anche rete di diffusione della musica, affiancando l’attività a quelle relative a danza e prosa.

“Voglio ringraziare Fondazione Toscana Spettacolo e il personale dell’Ufficio Cultura per la qualità del lavoro svolto, i cui benefici ricadono su tutta la comunità che amministro. Colgo inoltre l’occasione per ringraziare Veio Torcigliani: il rapporto con FTS nasce sotto la sua direzione artistica e i meriti di questi eccellenti risultati sono anche suoi”, il commento del sindaco Alessandro Del Dotto.

(Visitato 294 volte, 1 visite oggi)

Del Dotto scrive all’Arcivescovo per la scomparsa di Fratel Arturo Paoli

Vittorio Sgarbi alla mostra di Mario Puccini nel Palazzo Mediceo. “E’ davvero il Van Gogh italiano”