VIAREGGIO. “In occasione della trasmissione Occhio al sindaco, andata in onda su Noi Tv lo scorso 9 giugno, Giorgio Del Ghingaro, in riferimento alla spiaggia della Lecciona, affermò che: “vi è un turismo naturalistico, che sta più attento all’ambiente, che è in crescita, per il quale l’amministrazione dovrà garantire i mezzi sufficienti per poter garantire prima di tutto la pulizia, in secondo luogo la sicurezza. Non è possibile che ci siano dei bagnini che non sanno mai all’inizio della stagione se potranno lavorare”.

Ad affermarlo è Rodolfo Salemi, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale.

“Per altro nell’interesse della comunità, quindi per cercare di salvare vite, per impedire che ci siano situazioni di disagio, e poi non hanno la possibilità di farlo perché mancano le risorse. Il Comune” – concluse – “deve intervenire per rispettare questa possibilità”. Per questo; considerato che i bagnini di salvataggio sono in grado di organizzare e gestire l’emergenza balneare in qualsiasi condizione, di operare per la tutela dell’ambiente naturale interessato all’attività balneare, prevenire, promuovere, valorizzare, educare in tema di sicurezza balneare e gestire i rapporti con la Capitaneria di Porto, il 118 ed altre associazioni ed enti ai fini della sicurezza; visto che per la prima volta dal 2006 ad oggi la spiaggia della Lecciona sarebbe privata di questo servizio nel mese di agosto, periodo di massima affluenza e di aumento del numero di criticità; in considerazione dei quarantacinquemila euro che il Commissario Prefettizio Romeo aveva destinato a tale finalità e nella certezza che il Sindaco non voglia tradire un impegno assunto così chiaramente con l’elettorato; invito l’Assessore Servetti affinché intervenga fin dalle prossime ore per ripristinare il servizio di salvamento nell’area interessata”.

 

(Visitato 47 volte, 1 visite oggi)

Dai “Poveri vecchi” di Viareggio un “Inno alla vita”

Ora a Viareggio possono celebrare i matrimoni solo sindaco e assessori