CAMAIORE. Il Consiglio Comunale di Camaiore ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato dal Partito Democratico che impegna l’Amministrazione a dotarsi di un registro dei testamenti biologici che possa raccogliere le dichiarazioni anticipate di volontà relative ai trattamenti sanitari.

I residenti del Comune di Camaiore potranno, nel breve futuro, registrare le proprie volontà presso l’Ufficio Anagrafe o dichiararne l’esistenza e il luogo di conservazione, attraverso la compilazione di una modulistica. Le dichiarazioni saranno autenticate e inserite in ordine cronologico e ordinate per numero progressivo su base annuale. Eventuali dichiarazioni successive si aggiungono a quelle precedenti e le sostituiscono. Il cambio residenza in altro Comune non comporta la cancellazione ma non permette più l’aggiornamento.

La documentazione presente nel registro dovrà essere consegnata, su richiesta del medico curante o di chiunque ne sia a conoscenza, al direttore sanitario o al legale rappresentante dell’istituto, dell’azienda sanitaria o dell’azienda ospedaliera ove la persona non più in grado di esprimere il proprio consenso dovesse essere in cura.

Le dichiarazioni non hanno valore legale in quanto manca una legge che regolamenti la materia del “fine vita”, ma l’istituzione del Registro dei Testamenti Biologici risulta fondamentale per due aspetti: da un lato il Comune si predispone come una “cassaforte” che garantisce l’autenticità delle dichiarazioni dei cittadini; dall’altro sensibilizza il Parlamento italiano, con un’azione dal basso, a legiferare sul tema. In Italia più di 140 Comuni e alcuni Consigli Regionali hanno attivato il registro che risulta operativo per oltre 14 milioni di italiani a livello locale (oltre il 23% della popolazione).

“Ringrazio tutti i consiglieri, di maggioranza e di opposizione, per la sensibilità sul tema. L’assise ha dimostrato la propria maturità, votando all’unanimità l’istituzione di un registro che tutela la libertà dei cittadini, slegando un tema così personale da valutazioni politiche o ideologiche. Siamo sicuri che i camaioresi apprezzeranno questa scelta che chiama in causa la coscienza e l’esperienza personale di ciascuno”, il commento del Sindaco Del Dotto.

(Visitato 38 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro del dotto camaiore Testamenti Biologici

ultimo aggiornamento: 06-08-2015


Da Zappa all’electric, ecco il festival jazz a Camaiore

Un villaggio a misura di mamma a Lido di Camaiore