VIAREGGIO. Il 4 agosto si è tenuto il presidio dei Lavoratori Precari del Turismo Versilia di fronte al Comune di Viareggio e successivamente il Coordinamento dei lavoratori stessi è stato ricevuto dall’assessore al turismo Valter Alberici. Il coordinamento ha esposto tutti i punti riguardanti le problematiche dal punto di vista dei lavoratori sulla questione turistica e dell’accoglienza, non solo di Viareggio, ma estendendola a tutta la Versilia.

“Abbiamo richiesto un lavoro di coordinamento e di indirizzo continuo tra tutte le categorie economiche, coinvolgendo anche una rappresentanza di lavoratori del comparto turistico a partire dalla rimodulazione necessaria della tassa di soggiorno a Viareggio che crea uno svantaggio competitivo con le altre località o comunque una riduzione della stessa”, scrive in una nota il coordinamento. “L’entrata di Viareggio nell’Unione Comuni della Versilia porterebbe benefici non indifferenti che può permettere al Comune di Viareggio di trovare nuovi fondi a livello europeo.

“L’istituzione e la programmazione di un cartellone unico degli eventi da concordare trai i vari comuni della Versilia con la creazione di un assessorato unico del turismo che riesca meglio a coordinare e a promuovere le iniziative da fare insieme.

movida“Per quanto riguarda la sicurezza è stata avanzata una semplice proposta: i telefonini di ultima generazione in possesso dei commercianti collegati tramite Whatsapp con la polizia municipale per comunicare problemi o segnalazioni in maniera rapida, sicura e gratuita.

“Abbiamo affrontato anche la questione dei rumori con turni di 24 ore della Polizia Municipale di Viareggio e la loro presenza costante dove c’è la movida per una più efficace regolamentazione dei flussi di persone che vanno a ballare o a divertirsi, rispettando nuovi orari con la riduzione graduale dei rumori a partire dalle 2 pur mantenendo la chiusura dei locali alle 4.

“Abbiamo inoltre posto il problema del fenomeno dell’abusivismo extra-alberghiero come una concorrenza sleale nei confronti delle strutture ricettive che devono pagare tutte le tasse e sottoporsi a controlli molto restrittivi per esercitare la loro professione: a tal proposito abbiamo suggerito di andare sui portali online di prenotazione alberghiera per snidare i soliti ‘furbi’ tramite controlli incrociati con la presenza abusiva in tali portali.

“Occorre inoltre valorizzare la ripresa del turismo sportivo poco – o per niente – pubblicizzato al livello locale e nazionale, tramite l’offerta di pacchetti promozionali che destagionalizzino il flusso degli ospiti e investano le strutture alberghiere, le associazioni sportive e la disponibilità di palazzetto e piscina comunale. Infine il problema dell’assenza di spiagge libere a Viareggio di fronte alle piazze principali, poiché il 50% di tutti i nostri ospiti sono stranieri e sono abituati ad avere spiagge libere, pur se in opzione possono essere attrezzate.

differenziata cassonetti sea immondizia rifiuti“Anche la politica dei ‘rifiuti zero’, ben conosciuta dal nostro sindaco, può farci vendere i rifiuti come da noi suggerito prima di averli prodotti durante gli eventi, in primis il Carnevale. E proprio cercando di organizzare una preventiva raccolta differenziata che ci permetterebbe di guadagnare rivendendo i rifiuti prodotti e ben differenziati, non lasciando nessun rifiuto sul terreno una volta svolta qualsiasi manifestazione.

“Prima di lasciarci, l’assessore ci ha informato di aver chiesto un incontro con l’assessore al turismo della Regione Toscana e sta contattando tutti gli assessori del turismo della Versilia per una sinergia più stretta anche sui temi da noi proposti. Ci sono inoltre dei contatti per avere una linea diretta di bus dagli aeroporti di Pisa e Firenze fino a Forte dei Marmi a prezzi calmierati.

“Il Coordinamento alla fine della discussione ha ribadito che la collaborazione tra i Lavoratori Precari del Turismo Versilia e l’assessorato al turismo di Viareggio dovrà andare avanti se il turismo a Viareggio dovrà essere rilanciato insieme a tutti gli altri attori protagonisti dell’accoglienza e dell’ospitalità del nostro territorio”.

(Visitato 40 volte, 1 visite oggi)

Un villaggio a misura di mamma a Lido di Camaiore

Quella strana ‘macchina’ che naviga in porto a Viareggio (foto)