Lotta alla contraffazione a Forte dei Marmi. Sequestrata merce nella cabina di noto stabilimento balneare - Comune Forte dei Marmi, Cronaca, Cronaca Forte dei Marmi Versiliatoday.it

Lotta alla contraffazione a Forte dei Marmi. Sequestrata merce nella cabina di noto stabilimento balneare

FORTE DEI MARMI. Importante operazione del comando di polizia municipale contro il mercato della contraffazione. La dinamica dell’intervento portato a termine lunedì 31 agosto è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa, svoltasi martedì 1 settembre alla presenza del sindaco Umberto Buratti, del comandante Giuseppe Antonelli e del commissario Elena Navari. A seguito del lavoro di intelligence, effettuato dalla nuova squadra di polizia giudiziaria, sono stati sequestrati 239 pezzi di merce contraffatta e 6.500 euro. Merce e denaro erano in possesso di un cittadino senegalese di 47 anni, che è stato denunciato per contraffazione e ricettazione. L’uomo, residente a Carrara, ma domiciliato a Montignoso e con regolare permesso di soggiorno, dopo un periodo di pedinamenti, è stato fermato in via Ferrucci e nella sua auto sono stati trovati una trentina di borse dei marchi più noti.

Addosso aveva 3.500 euro e due chiavi. Scortato dagli agenti, è stato accompagnato nella dimora di Montignoso, a cui corrispondeva una delle due chiavi. All’interno sono stati rinvenuti altri 3.000 euro in contanti. L’altra chiave invece, ha aperto una cabina di un noto stabilimento balneare cittadino, dove gli agenti hanno rinvenuto 126 pezzi contraffatti delle più rinomate marche, come Hermes, Vuitton, Prada e Chanel. Non solo. Nel parcheggio dello stabilimento è stata sequestrata una golf, sempre appartenente al senegalese e priva di assicurazione, al cui interno erano state nascoste altre 67 borse contraffatte. Al concessionario dello stabilimento è stato contestato il reato di ricettazione e la sua posizione è adesso al vaglio degli inquirenti. “Mi complimento con la squadra e con tutto il comando di polizia municipale – ha dichiarato il sindaco – Il lavoro svolto rientra nel nuovo servizio di intelligence attivato con la squadra di polizia giudiziaria, che porta ad operazioni come queste, in grado di trovare i depositi della merce e personaggi più importanti nel mercato della contraffazione”. Non solo. “Ogni settimana ha sottolineato il comandante Antonelli- nel giorno di mercato effettuiamo controlli all’arrivo dei pullman dal circondario.

La tendenza, infatti, è quella di lasciare la merce in stoccaggio e arrivare senza scorte. La cabina dello stabilimento e la casa di Montignoso ne sono un lampante esempio”. “L’obiettivo di questi interventi – ha proseguito Buratti è duplice- riuscire a ridurre l’afflusso alla spiaggia per evitare oltre allo smercio di prodotti contraffatti anche il continuo disturbo ai bagnanti e attuare operazioni di appostamenti come questa, in grado di trovare un sicuro riscontro. Per il prossimo anno – ha anticipato il sindaco – che sarà l’ultimo del mio secondo mandato amministrativo, mi attiverò per quanto mi sarà possibile a livello parlamentare affinché venga approvata la norma, che ho già presentato lo scorso anno, per consentire ai comuni di assumere personale stagionale da indirizzare al controllo del territorio. Attualmente, gli agenti sono troppo pochi per far fronte a tutte le necessità che si presentano soprattutto in estate quando la popolazione quintuplica. Occorrono anche più strumenti per portare avanti una sempre maggiore cooperazione con le altre forze dell’ordine”.

(Visitato 353 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 01-09-2015 14:16