VIAREGGIO. Sembrava già in procinto di uscire dalla maggioranza e di confluire nel gruppo misto ancor prima che fosse convocato il primo consiglio comunale dell’era Del Ghingaro, alla fine ci andrà prima del (platonico) traguardo dei 100 giorni di governo della nuova giunta: Stefano Pasquinucci, ex presidente della Fondazione Carnevale e secondo consigliere comunale più votato nella lista civica Del Ghingaro alle ultime elezioni amministrative, non fa più parte della maggioranza.

“Martedì primo settembre scorso ho inviato al sindaco una email per restituire le deleghe assegnatemi e per preannunciare il mio passaggio al gruppo misto”, scrive Pasquinucci su Facebook. “La scelta è stata ufficializzata ieri pomeriggio con una comunicazione inviata al presidente del consiglio comunale. Ho reso nota la decisione ai colleghi della maggioranza un minuto dopo l’invio della email al sindaco.

“Ho informato della cosa il mio capogruppo pochi minuti dopo aver protocollato la lettera. Nella prima occasione prevista dal regolamento renderò pubbliche, in consiglio comunale, le motivazioni personali che mi hanno portato a fare questo passo. Anticipo soltanto che non sono collegate ad eventuali incarichi legati al Carnevale. Il sindaco, infatti, e lo ringrazio pubblicamente, aveva prospettato l’ipotesi di un mio coinvolgimento nell’ambito del progetto che (spero con estrema urgenza) sarà attivato per salvare, valorizzare e rilanciare la manifestazione sulla quale, al momento, gravano pesanti dubbi collegati ad una sua completa sostenibilità economica”.

E così Pasquinucci, che già dal secondo – e, finora, ultimo – consiglio comunale della nuova legislatura aveva lasciato intuire di non allinearsi a qualsiasi decisione partorita dalla sua coalizione, diventa il primo consigliere ad abbandonare la maggioranza. E potrebbe non essere l’unico a compiere un simile percorso.

(ultimo aggiornamento ore 15:23)

(Visitato 283 volte, 1 visite oggi)

“Consiglio comunale sui migranti nei termini di legge o farò un esposto in prefettura”

Sea Ambiente, è l’avvocato Fabrizio Miracolo il nuovo presidente