VIAREGGIO. Undici città grandi e piccole coinvolte in Toscana, sessantuno luoghi di interesse, centinaia di volontari all’opera: sono i numeri della quarta edizione toscana di FAIMARATHON – Con Il Gioco del Lotto e il FAI. Una Giornata FAI d’autunno alla scoperta di un’Italia diversa, evento di livello nazionale in programma domenica prossima 18 ottobre a sostegno della campagna di raccolta fondi Ricordiamoci di salvare l’Italia, attiva nel mese in corso.

Una passeggiata culturale nell’Italia più bella, e meno consueta, attraverso percorsi tematici e visite guidate a contributo libero. Una giornata da “turisti a casa nostra”, alla scoperta degli innumerevoli luoghi di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità, la storia e le tradizioni delle nostre città. Inoltre i visitatori potranno usufruire dell’apertura, in alcuni casi straordinaria, di luoghi nascosti ai nostri occhi nella vita quotidiana: palazzi, chiese, oratori , giardini, cortili, spesso inaccessibili al pubblico, a volte poco conosciuti.

“La scelta di itinerari curiosi e di qualità, capaci di coinvolgere l’attenzione di un pubblico attento e desideroso di conoscere, è del tutto condivisa dalla politica culturale della Regione – afferma la vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni -. Ne fa fede, ad esempio, lo sforzo compiuto per valorizzare l’immenso patrimonio rappresentato dalla Via Francigena; o quello sul percorso delle Ville Medicee, premiato dal riconoscimento dell’Unesco; o ancora quello sulla galassia dei musei minori della Toscana. Sono convinta che operazioni come quella del FAI facciano solo bene al territorio, contribuendo alla crescita di una fruizione consapevole e sostenibile da parte di cittadini e turisti che scelgono forme di approccio diverso e più profondo”.

Alcune delle proposte: a Castelfiorentino si va alla scoperta di Fra’ Mansueto da Castiglioni, europeista del 1200; a Sansepolcro di fontane e fonti: un percorso sulle tracce dell’acqua e della storia di Sansepolcro; a Pistoia per Chiostri, Orti e Giardini che solitamente restano segreti agli occhi dei cittadini. E poi come a Livorno: I Luoghi di culto delle Nazioni di Livorno; a Siena, Pio II la citta e le arti in occasione dell’anniversario della nascita di Enea Silvio Piccolomini; a Lucca, Percorsi dell’Acqua; a Pisa, Lungo le Mura Medievali; a Prato, Andar per Oratori; a Pescia, Alla riscoperta della Storia urbana di Pescia attraverso i suoi affacci; e infine a Grosseto, 1915-2015 Cento anni dalla Grande Guerra – Monumenti funebri, lapidi, obelischi, edifici dedicati, nella città di Grosseto e Firenze: Back to Medici.

 

(Visitato 230 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ambiente Arte fai Toscana

ultimo aggiornamento: 16-10-2015


Moliere, Paolini, Cerami: ecco la stagione di prosa dell’Olivo

“I cimeli di Maffei primo seme per realizzare il museo dello sport a Viareggio”