VERSILIA. Arno, “Associazione Ricerca Neurologica Onlus” promuove, da oggi e fino al 30 ottobre, una raccolta fondi per sostenere un’importante ricerca, diretta dal prof. Ubaldo Bonuccelli, sulla “stimolazione transcranica”. Ricerca che a breve avrà inizio presso la neurologia di Pisa.

Già in occasione del Festival della Salute di Viareggio, il prof. Bonuccelli ha mostrato in anteprima questa straordinaria invenzione, riscontrando un ampio successo dei presenti oltre che un’ampia risonanza mediatica (Tg1, Tg3 e Medicina 33 del Tg2). In tale occasione, in merito al suo funzionamento, il prof. Bonuccelli ha specificato che “(…) attraverso l’applicazione di una cuffia costituita da due piastrine di stimolazione aderenti alla cute della testa e uno stimolatore che genera corrente continua, specifiche zone cerebrali vengono stimolate sfruttando il fenomeno della neuromodulazione”. Ha altresì affermato che “(…)in alcuni studi ne è stata valutata l’efficacia nel trattamento di disturbi di memoria, del linguaggio e del movimento sia nell’adulto che in età evolutiva con risultati incoraggianti. In modo particolare nei pazienti affetti da malattia di Alzheimer, soprattutto in fase iniziale di malattia, ha mostrato un transitorio miglioramento di molte prestazioni cognitive, in primis la memoria, rappresentando, ad oggi, una possibile arma che insieme ai farmaci, potrebbe consentire di migliorare le funzioni cognitive e ritardare la progressione della malattia”. Ed infine, ha concluso che “(…) a breve inizierà una ricerca con questa metodica di stimolazione presso la neurologia di Pisa per poi attendere la conferma del riconoscimento del dispositivo a tutti gli effetti”.
In proposito preme ricordare che, ARNO (Associazione Toscana per la Ricerca Neurologica) opera dal 1986 nel campo della ricerca neurologica e si prodiga per favorire la conoscenza e la prevenzione delle malattie del cervello mediante tre filoni: quello mediatico, quello divulgativo e quello della raccolta fondi.

Nello specifico, l’opera di divulgazione e prevenzione dell’Associazione si sviluppa ad ampio raggio, dalla diffusione di un periodico “Amici del Cervello News”, che ha lo scopo di rendere ancora più capillare l’informazione, il dibattito e le curiosità inerenti il nostro cervello, fino all’organizzazione di dibattiti, come quello di recente svoltosi a Viareggio, che ha visto la partecipazione di molteplici visitatori e personaggi illustri, tutti desiderosi di conoscere le ultime novità in merito al cervello.

(Visitato 107 volte, 1 visite oggi)

La Versilia ricorda l’eccidio di Gianni Mussi, Giuseppe Lombardi e Armando Femiano

All’ospedale Versilia una giornata dedicata al Consultorio Transgenere