Torna, dopo uno stop di qualche settimana, FeliceMente, la rubrica di psicologia curata dalla dottoressa Valentina Aletti. Si riparte con un focus su uno degli ultimi film nelle sale: Inside Out

Inside Out: un’opinione da Dentro e Fuori il ruolo di psicologo.

È finalmente uscito nelle sale l’ultimo capolavoro firmato Pixar dal titolo inglese Inside Out.
Da psicologa non nego che attendevo questo giorno un po’ come gli Apple-maniaci attendono l’uscita dell’ultimo modello di IPhone.
Il cartone animato ambientato prevalentemente nel cervello della piccola Riley, rivela come la nostra testa possa essere paragonabile ad una vera e propria sala comandi di una nave da dove le cinque emozioni: Gioia, Tristezza, Rabbia, Paura e Disgusto si alternano al timone regolando la vita emotiva della protagonista.
Secondo i più noti studi di psicologia le emozioni fondamentali di un essere umano, anche dette primarie, sono sette e non cinque; mancano infatti all’appello Sorpresa e Disprezzo tra quelle che sono considerate le emozioni innate e universali, ovvero riscontrabili in qualsiasi essere umano appartenente a qualsiasi popolazione e cultura. Ma ovviamente Inside Out è un film d’animazione e non una slide animata di una lezione di psicologia pertanto qualche dettaglio è comprensibilmente trascurato o modificato.
Il film è per tutti e quindi ben costruito affinchè bambini, adulti , psicologi e non, ne comprendano la storia anche se per chi conosce gli strumenti del mestiere è decisamente piacevole rivedere nei simpatici personaggi della storia e nel contesto in cui si esprimono, alcune noiose pagine di neuroscienze!
Eh sì perché Inside Out spiega in modo molto semplice e semplificato il funzionamento delle emozioni e delle nostre funzioni cognitive. Le esperienze di vita di Riley e i suoi relativi stati d’animo si trasformano in biglie di diversi colori a seconda dell’emozione prevalente e vengono poi immagazzinate nella nostra memoria. È così possibile vedere anche la magnifica rappresentazione della Memoria a lungo termine, un enorme magazzino in cui conserviamo tutte le informazioni alcune delle quali finiscono nel “dimenticatoio” e vengono poi quindi eliminate.

Esistono poi anche dei Ricordi Fondamentali di Riley, ovvero delle preziose biglie che l’energica Gioia cerca di proteggere per tutta la storia e che servono a tenere in piedi le Isole della Personalità della bambina. Famiglia, Amicizia, Onestà sono alcune delle isole che Riley ha potuto coltivare nella sua breve esperienza di vita e che come rivela il cartone necessitano di essere alimentate da esperienze e ricordi positivi per restare in vita.

Una semplificazione quasi eccessiva, ma sicuramente interessante, di quanto le esperienze vissute condizionino la formazione della nostra personalità che si sviluppa nel corso del tempo e risente positivamente o negativamente dell’influenza di quanto abbiamo sperimentato sulla nostra pelle.
Resta la mia preferita l’isola di “Stupidera” un sorta di Luna Park in cui rispecchiarsi nei momenti di assoluta spensieratezza, ironia e divertimento…un’ isola che consiglio a tutti di coltivare e mantenere viva anche e soprattutto quando si è oppressi dalle responsabilità e dai doveri di cui ci carichiamo crescendo.
Come ogni storia che si rispetti, tra le mille “morali” che Inside Out può lasciarci ho scelto di soffermarmi proprio su questa: coltivare l’importanza di ritagliarsi spazi in cui essere spensierati e crearsi momenti di svago e divertimento da soli e in famiglia!

 

felicemente_1Felicemente – Inside Out visto dalla psicologo

FeliceMente è curata da Valentina Aletti, psicologa clinica, laureata presso l’Università degli Studi di Firenze. Specializzanda in psicoterapia sistemico-relazionale ha conseguito master di perfezionamento in PNL , diagnosi e cura dei disturbi del comportamento alimentare e obesità , consulenza tecnica e peritale e disturbi dell’apprendimento e comportamento in età evolutiva. Per informazioni o richieste scrivere a:  [email protected]

Avvertenza: questa rubrica ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e quelle pubblicate, previo esplicito consenso del lettore, saranno modificate in modo da tutelarne la privacy

(Visitato 1.057 volte, 1 visite oggi)
TAG:
dispalla FeliceMente inside out psicologa psicologia Valentina Aletti

ultimo aggiornamento: 25-10-2015


Incidenti stradali, è morto l’uomo colpito in via Marco Polo mentre era in bici

Morte Daniele Franceschi, assolta infermiera nella sentenza d’appello