VIAREGGIO. “In questo momento sono in testa squadre come l’Inter, la Fiorentina, la Roma e il Napoli, ma anche le altre che per varie ragioni sono distanziate hanno margini di recupero visto che ci sono tante partite ancora da giocare”. Così Marcello Lippi ha parlato del campionato, intervenendo insieme con Eugenio Fascetti e all’olimpionico Nicola Vizzoni ad una conferenza stampa in vista del Premio Viareggio sport – in programma lunedì prossimo all’Hotel Principe di Piemonte a Viareggio -, svoltasi nella sede della Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana a Pietrasanta.

L’ex ct azzurro ha visto Samp-Fiorentina e ha fatto i complimenti al tecnico dei viola, Paolo Sousa: “La squadra gioca bene, ha grinta ed è composta da alcuni elementi molto bravi e tecnicamente validi, mi è piaciuto Bernardeschi che ha dimostrato personalità”.

Sul Napoli: “C’era qualcuno scettico su Maurizio Sarri, che avrebbe avuto bisogno di tempo per potersi affermare, ed invece anche in questo caso è stato sfatato un luogo comune, perché è riuscito ad imporre il suo modo di interpretare il calcio ottenendo anche risultati”. Quanto alla Juventus, secondo il suo ex allenatore “i cambiamenti e gli infortuni hanno sicuramente inciso su questa partenza ma, come detto, ci sono i tempi per recuperare”.

Infine per quanto riguarda la sua voglia di tornare ad allenare, ha confermato che se c’è una opportunità valida la prende in considerazione. “Sono voluto tornare in Italia, dopo l’esperienza all’estero, perché avevo voglia di stare un po’ a casa a Viareggio, a questo punto se ci sarà però una proposta che mi convince, mi siederò ad un tavolo e discuterò con i dirigenti, diversamente non sarà un problema”.

A livello locale Lippi ha fatto i complimenti alla squadra del Viareggio calcio che l’anno scorso ha vinto il campionato di Eccellenza, a quella di hockey su pista del Cgc Viareggio, che ha giocato la finale scudetto, persa alla quinta partita con il Forte dei Marmi e poi si è complimentato con le ragazze del basket della Sistemi Gestionali Viareggio approdata in A2. “Chi fa sport a Viareggio dovrebbe essere messo in condizione di farlo bene – dice Lippi – è indispensabile il binomio pubblico-privato per la cura e la gestione degli impianti sportivi”.

(Visitato 271 volte, 1 visite oggi)

Reccolani, come te nessuno mai

Baroni: “I tifosi ci seguano con affetto. No a tensioni e violenze a Massa”