CAMAIORE. “Via del Secco è stata finalmente riaperta al traffico dopo quasi un mese; si è conclusa in questi giorni una vicenda in cui ancora una volta si è palesata la mancanza di tempestività e l’incapacità di gestire le emergenze che caratterizza l’Amministrazione Del Dotto.”. Lo scrive Pier Francesco Pardini, caogruppo Udc in consiglio comunale a Camaiore.
“Tutto è iniziato – scrive – con la rottura di un tubo sotto il manto stradale, a seguito di lavori effettuati da una società privata; il Comune, anziché risolvere immediatamente il problema e garantire il ritorno alla normalità nel minor tempo possibile, ha iniziato un’assurda diatriba, in un rimbalzo di responsabilità che ha portato a una situazione di stasi completa: dopo un primo intervento tampone, infatti, il cantiere è rimasto chiuso per diversi giorni, con una voragine in mezzo alla strada. A fare le spese di questa incapacità di gestione sono stati ancora una volta i cittadini e le attività commerciali, tanto più che a Lido nello stesso periodo ci sono stati lavori anche in via Trieste, via Ferrarin e in via Aurelia, creando così grossi problemi di circolazione e di traffico.
È ovvio che la spesa dei lavori non spetta al Comune ma alla società che ha causato il danno, ma è altrettanto vero che l’Amministrazione Comunale deve sempre dare la priorità ai cittadini e anche in questo caso aveva il dovere di risolvere subito il problema, per poi rifarsi a livello finanziario con i responsabili. L’Amministrazione Del Dotto si è distinta ancora una volta per l’assenza di operatività e prontezza di intervento. La mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini e gli episodi di inefficienza sono oramai diventati intollerabili per il futuro di Camaiore”.

(Visitato 248 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore

ultimo aggiornamento: 16-11-2015


Via Francigena, Camaiore nell’anno del Giubileo

Al teatro dell’Olivo sbarca Grow