MASSA. Una Pallavolo Massa da stropicciarsi gli occhi. La squadra di Masini passa a Modena al termine di quella che probabilmente può essere catalogata come la migliore prova stagionale. Una gara solida e concreta, quella giocata da Massa che ha tenuto il campo di gruppo e dove ognuno ha saputo dare il suo contributo ad un successo che lancia la truppa toscana nei piani alti della B1. Impossibile fare graduatorie di merito. Se quello di Modena era un esame, Massa l’ha superato con la lode.

1° set: Massa con Ragosa e Cannistrà in diagonale, Nannini e Riviera al centro, Colombini e Agostini di banda e Grassini libero. Ospiti subito positivi con fuga al primo tempo tecnico (4-8). Massa precisa, con grande efficacia nella correlazione muro/difesa e con Nannini subito importante a muro. Massa che saliva sul 10-15. Ospiti che proseguivano la loro buonissima prestazione e salivano sul 15-21. Modena tentava lo strappo finale soprattutto alzando il livello della propria battuta, ottimo il turno di Cassandra, e tornava sul 18-22 e poi addirittura sul 21-23. Massa, però, non tremava. Ragosa guidava benissimo i suoi che chiudevano in sicurezza.

2° set: grande partenza del Modena nel secondo parziale (7-3) ma grande anche la reazione Massa che, con i suoi due centrali protagonisti, tornava in parità ed andava al tempo obbligatorio sotto di uno (8-7). Parità sull’8-8 e poi Massa a strappare sul 13-16 al secondo tempo tecnico. La squadra di Masini continuava a giocare bene e strappava sul 14-18. Astolfi, muro a uno su Colombini, provava a riportare sotto i suoi (15-18). Bartoli al servizio completava l’opera ed addirittura operava il sorpasso di Modena (19-18). Massa, però, non si scomponeva e quando il servizio di casa si abbassava appena di intensità, la squadra di Masini saliva in cattedra e meritava il vantaggio. Massa chiudeva ancora sul 21-25 con Ragosa ancora a guidare magistralmente la truppa toscana.

3° set: Massa impediva ancora il tentativo di immediata reazione della Fanton nel terzo parziale. Massa teneva botta e saliva sul più uno al primo stop obbligatorio (7-8). Equilibrio che rimaneva tale anche dopo la pausa (11-11). Prima della seconda pausa tecnica Massa tentava la fuga. Ospiti avanti 13-15 e con la free ball del possibile più tre. L’errore in attacco però riapriva i giochi e Modena, sempre con il servizio, sorpassava sul 16-15. Massa non si disuniva e rimaneva concentrata sulla gara. Nel finale Cannistrà portava i suoi sul 19-23. Chiusura a 22 con applausi per una Massa stratosferica.

(Visitato 49 volte, 1 visite oggi)
TAG:
pallavolo massa volley

ultimo aggiornamento: 13-12-2015


Frena il Pietrasanta, risalgono Camaiore e Real Forte

In Terza la Torrelaghese fa il vuoto