VERSILIA. Nuove opportunità per i giovani di tutta la Toscana. Hai tra i 18 e i 30 anni e vuoi fare un’esperienza all’estero con la possibilità d’imparare una nuova lingua, senza dover pensare ai costi di vitto, alloggio e trasporti? La Società Cooperativa Aforisma ha quello che fa per te. L’agenzia formativa di via dei Cappuccini a Pisa è da poco entrata nel database della Commissione Europea come ente accreditato per l’invio dei giovani che vogliono partecipare al Servizio Volontario Europeo, l’opportunità nell’ambito della Key Action 1 Mobilità degli individui del programma Erasmus+ . Un’attività di volontariato in un paese del programma o al di fuori dell’Europa, per un periodo che va da 2 a 12 mesi, impegnati come “volontari europei” in progetti locali in vari settori o aree di intervento: cultura, gioventù, sport, assistenza sociale, patrimonio culturale, arte, tempo libero, protezione civile, ambiente, sviluppo cooperativo, ecc.

Cosa fare se sei un giovane? Se sei un giovane tra 17 e 30 anni interessato a partecipare ad un progetto SVE, il primo passo da compiere è quello di rivolgersi ad Aforisma per candidarti volontario/a in un progetto da questa scritto insieme ad un Ente di accoglienza (hosting organization) da trovare avvalendosi del Database europeo degli Enti SVE accreditati (http://europa.eu/youth/evs_database).

Come funziona lo SVE. Lo Sve offre la copertura totale dei costi per vitto, alloggio, assicurazione, trasporti locali necessari per svolgere le attività, e inoltre viene garantito un rimborso spese (il cosiddetto pocket money) che varia da un minimo di 60 euro ad un massimo di 145 euro al mese, in base al costo della vita nel Paese ospitante. Ai ragazzi viene chiesto solamente un piccolo contributo (di solito del 10%) per la copertura dei costi di viaggio di andata e ritorno dal proprio Paese a quello di accoglienza. I volontari possono trascorrere all’estero dalle due settimane ai 12 mesi; se scelgono un progetto di durata superiore ai due mesi lo Sve sarà un’esperienza non ripetibile, altrimenti, una volta concluso un progetto breve (anche detto di short term) potranno candidarsi per un altro ancora.

In linea generale, per partecipare allo Sve non è necessaria una conoscenza linguistica o un livello di istruzione particolari, ma è sufficiente inviare il proprio curriculum e una lettera di motivazione all’associazione italiana che cerca volontari da mandare all’estero, oppure a quella straniera che ne ha bisogno per portare avanti le attività. Solo in alcuni casi, per progetti molto specifici, l’associazione ospitante può richiedere determinate qualifiche.

Per saperne di più contattaci tramite email all’indirizzo [email protected] o telefono +390502201288

 

(Visitato 310 volte, 1 visite oggi)
TAG:
aforisma carcalavoro mobilità Progetti servizio volontario europeo sve

ultimo aggiornamento: 15-12-2015


Lavoro, le occasioni in Versilia

La pizzeria Brambilla’s cerca personale