PIETRASANTA. “Anche quando si risparmia alla minoranza non va bene: non hanno votato nemmeno le manovre sul sociale con cui abbiamo aumentato le risorse per finanziare progetti di inclusione sociale, figuriamoci un’auto nuova, per di più molto bella e per di più molto più parca a livello di consumi”. Mimma Briganti, consigliere comunale di “Pietrasanta prima di tutto” nonché vicepresidente del consiglio comunale e consigliere provinciale, interviene in merito alla partnership tra il Comune di Pietrasanta e Bmw-Policar Group di Lido di Camaiore che ha messo a disposizione gratuitamente una nuova 520 Diesel Serie 5.

L’auto è utilizzata come mezzo ufficiale di rappresentanza. La precedente amministrazione aveva in dotazione due auto marca Alfa Romeo. “Una prima auto con 11 anni di vita per cui hanno speso, solo negli ultimi tre anni, 5mila euro e che l’attuale amministrazione è stata costretta a rottamare per evitare di spenderne altrettanti”, spiega Briganti. “Questo mezzo, in particolare, non garantiva più livelli di sicurezza adeguati. L’altro mezzo, semi nuovo, non è invece stato riscattato per un valore di 8mila euro che invece avrebbe evitato costi esorbitanti di manutenzioni annuali.

briganti mimma“Scelte incomprensibili: hanno preferito tenere un mezzo vecchio e pagare costi elevati di manutenzione che tenere un mezzo molto più nuovo e quindi con prestazioni migliori che avrebbe assicurato consumi e manutenzioni minori. Se questa amministrazione riesce ad ottenere sponsorizzazioni tecniche di prestigio non deve essere una colpa, ma dovrebbe essere un merito, soprattutto se questi accordi producono una razionalizzazione dei costi per la collettività, migliorano l’immagine del territorio che l’amministrazione rappresenta.

“Quell’auto ci ha procurato un sacco di problemi anche durante l’ultimo viaggio in Germania, in occasione del Gemellaggio. Capisco che ottenere mezzi di quel livello in comodato d’uso gratuito per loro, quando amministravano, sia stato impossibile. Ma del resto non gli è riuscito nemmeno dare in affidamento due aiuole, iniziativa che invece a noi sta riuscendo: è una polemica assurda e pretestuosa”.

Briganti va oltre: “Se nessuno prima aveva voglia e interesse di affiancare in qualità di partner e sponsor il proprio brand all’amministrazione non deve essere una colpa del nostro sindaco o di alcun altro componente dell’amministrazione. Piuttosto dovrebbe essere un elemento di analisi per chi ha sprecato tutte le carte a disposizione nei cinque anni di governo cittadino.

“Intanto noi tagliamo l’erba, ridiamo dignità al territorio e all’immagine della nostra magnifica città. Ben venga la Bmw e tutti quei brand, imprese e privati cittadini che vorranno partecipare al nostro progetto”. E infine: “Tra qualche giorno il vicepresidente del consiglio provinciale e sindaco di Forte dei Marmi Umberto Buratti avrà in dotazione una Maserati. Ma nessuno griderà allo scandalo…”.

(Visitato 118 volte, 1 visite oggi)
TAG:
auto mimma briganti pietrasanta rappresentanza

ultimo aggiornamento: 16-12-2015


“Che ritorno può avere la mostra di Ruffini?”

“L’evento di Ruffini è un dono di natale per i giovani”