VIAREGGIO. Nuova puntata di A Spasso con Galatea, la rubrica dedicata all’arte, alla cultura, alla storia e alle tradizioni della nostra Versilia, realizzata grazie a Stefania e Tessa del blog Galatea Versilia.

Settimana scorsa vi ho parlato di Villa Borbone senza far riferimento alla Cappella-mausoleo presente nell’ala sinistra dell’edificio.

Costruita nel 1849 per volontà di Carlo III, Duca di Parma e figlio del Duca di Lucca, ha accolto nel tempo le spoglie dei discendenti della famiglia.

Progettata dall’architetto Giuseppe Gheri e dedicata a San Carlo Borromeo venne poi completata nel 1883 da Giuseppe Pardini.

L’uomo pensò un edificio solenne in grado di richiamare il Pantheon, ma il duca preferì un edificio dalle forme più semplici. Per questo motivo il Pardini scelse come riferimento per la facciata la chiesa di Santa Giulia a Lucca,ma non vide mai l’opera completata: morì infatti nel 1884 e i lavori vennero affidati a Domenico Martini.

Al’interno potete trovare la tomba del committente realizzata dall’artista Vincenzo Consani, quella di Carlo Lodovico decorata da una corona, l’epitaffio dedicato a Maria Luisa, la tomba di Roberto (duca di Parma, Piacenza e Guastalla) e quella dei suoi discendenti.

(Visitato 875 volte, 1 visite oggi)

Ubriaco prende a calci l’auto di un vigilantes, fermato dai carabinieri

Musica e danze per la notte di San Silvestro a Lido di Camaiore