PIETRASANTA. Tre soli finalisti, un montepremi più appetitoso, stop ai vincoli di età e una una giuria presieduta da Ilaria Cipriani e composta da Antonio Riccardi, Carlo Carabba, Stefano Dal Bianco e Umberto Fiori per valutare le poesie protagoniste: sono queste le principali novità del Premio Internazionale Carducci, il cui bando sarà pubblicato prossimamente sul sito dedicato alla manifestazione e su quello del Comune di Pietrasanta.

L’obiettivo dichiarato è quello di assicurare al concorso, che quest’anno giunge alla 60esima edizione, l’energia e il vigore che merita. Così la nuova giuria del Premio Internazionale Carducci promosso dal Comune di Pietrasanta non ha perso tempo e si è messa subito al lavoro.

Tante ed importanti le novità al regolamento a partire dall’eliminazione del limite di età che fino ad oggi stabiliva per i partecipanti la soglia dei 40 anni: “La poesia si scrive sulle pagine della propria anima ed è un’espressione di pensiero, di vita, di esperienze; siamo convinti che non sia giusto imporre questo limite anagrafico in base al quale si rischia di escludere chi invece potrebbe avere tanto da dire”, spiega Ilaria Cipriani, presidente del concorso.

“Siamo consapevoli che così facendo riceveremo molto più materiale e che quindi anche il nostro lavoro sarà maggiore, ma siamo altrettanto sicuri che il premio ne guadagnerà sia sotto il profilo della partecipazione sia a livello qualitativo”. Novità anche per quanto riguarda i finalisti e i montepremi: la giuria selezionerà tra le opere pervenute quelle di tre autori anziché cinque, come avvenuto fino alla scorsa edizione, all’interno dei quali sarà successivamente scelto il vincitore.

Foto Ilaria Cipriani Premio CarducciAl tempo stesso la giuria ha espresso anche la volontà di aumentare il montepremi: “Il premio è certamente uno dei più importanti del Paese e abbiamo ritenuto giusto adeguare l’entità delle somme in palio al prestigio del concorso”, prosegue Cipriani.

Il premio si articolerà in due sezioni – Premio Carducci di poesia edita, da conferirsi ad autore di opera edita in lingua italiana pubblicata dopo il 1 gennaio dell’anno precedente, e Premio Carducci sezione scuola che si svolgerà secondo le modalità indicate nel progetto annualmente presentato dai coordinatori designati dall’ Iis Don Lazzeri Stagi.

“La nostra volontà è quella di creare un’osmosi tra le due sezioni: pensiamo ad esempio di invitare i vincitori della sezione adulti a presentare le proprie opere nelle scuole per creare un maggiore coinvolgimento dei partecipanti e stimolare soprattutto i giovani verso la poesia, un ambito culturale sicuramente ancora capace di appassionare e degno di grande attenzione”. Per conferire al premio l’anima dell’evento di poesia dove i testi si intrecciano e dialogano con le arti figurative e performative anche la cerimonia di premiazione finale, il 27 luglio, rivista.

“L’intenzione è quella di spettacolarizzare la cerimonia, farla diventare un vero e proprio evento di grande spessore culturale, più coinvolgente e stimolante a livello emotivo, capace di emozionare magari anche attraverso una sinestesia e una valida contaminazione tra varie arti”. L’introduzione di nuovi elementi vanno nella direzione di rendere il premio ancora più accattivante, appetibile ed internazionale: “La poesia non è un canale spento, è una forma di espressione viva che deve però essere ben valorizzata”.

(Visitato 113 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Bando di concorso pietrasanta premio Carducci

ultimo aggiornamento: 05-01-2016


Ai bambini dell’ospedale Versilia i regali dei Vigili del Fuoco

Bruto Pomodoro si racconta tra il bianco del marmo e i colori delle gemme